5g Fonte foto: Shutterstock
PMI E INDUSTRIA 4.0

5G e intelligenza artificiale, mercato da 226 miliardi

Le aziende spenderanno 192 miliardi di dollari per acquistare servizi legati al cloud computing, analisi dei big data e intelligenza artificiale

Lo sviluppo del settore robotico per le imprese, passaggio fondamentale per la diffusione dell’Industria 4.0, dipende in maniera significativa dall’implementazione efficace nel prossimo futuro della connessione superveloce 5G che sarà importante per la comunicazione delle macchine in maniera efficace.

Nelle industrie di domani la maggior parte dei macchinari potranno comunicare tra loro grazie a diverse tecnologie. Dal cloud computing all’intelligenza artificiale. I robot  la faranno da padrone ma per il loro corretto funzionamento non è sufficiente la velocità di connessione presente al giorno d’oggi all’interno delle imprese. E in questo contesto che si inserisce la connessione 5G. Il panorama per le aziende di domani non potrà prescindere quindi dal machine learning, dai grandi flussi provenienti dai Big Data e dalle applicazioni rese possibili da Internet of Things, ovvero gli oggetti intelligenti e connessi.

Un settore in crescita

Tutte le nuove tecnologie che abbiamo elencato fin qui nel 2016 hanno generato un settore del valore di 34 miliardi di dollari. Un buon investimento per le aziende, ma niente se paragonato alla spesa stimata dalle imprese per il 2021 per gli stessi dispositivi. Una cifra che supera i 226 miliardi di dollari. In soli cinque anni quindi il mercato delle tecnologie legate all’Industria 4.0 crescerà di circa 192 miliardi di dollari. Si tratta di un’opportunità enorme per molte aziende. E non a caso grossi gruppi appartenenti al GTI (Global TD-LTE Initiative), tra cui Vodafone, hanno creato una rete globale per lo sviluppo immediato di una tecnologia 5G. Stando ad acluni report, e tra questi il “Cloud Robotics: Trends, Technologies, Communications” pubblicato da GTI, le nuove tecnologie come robot, IoT e intelligenza artificiale cresceranno a dismisura nei prossimi cinque anni per due motivi. Il primo, come detto, è lo sviluppo dell’Industria 4.0, il secondo è dato dall’invecchiamento generale della popolazione. Questo porterà all’uso massiccio di apparecchiature mediche e di assistenza all’avanguardia. Sempre secondo il report entro il 2020 il 90% dei robot sarà connesso a Internet e lavorerà tramite cloud. Questo significa che ci vorranno almeno 20 milioni di nuove connessioni per poter permettere alle macchine di funzionare.

 

Ti raccomandiamo