acquisti-online-italia-MetaPack Fonte foto: Pixabay
TECH NEWS

Acquisti online? Sì, ma la scelta dipende dai tempi di consegna

I consumatori, secondo un'indagine di MetaPack, sono sempre più influenzati dal metodo di spedizione e di reso offerti dallo store quando acquistano online

Il 67% degli italiani sceglie di acquistare presso un negozio online rispetto a un altro in base alle opzioni di spedizione più o meno vantaggiose. Basta, infatti, un’esperienza negativa legata allo “shipping” per decidere di non effettuare più acquisti.

È quanto emerge dal sondaggio MetaPack 2016 State of eCommerce Delivery Consumer Research Report. Esiste, infatti, una diretta correlazione tra la capacità competitiva e l’esperienza di spedizione nell’attuale ambiente dell’e-commerce, perché gli utenti sono disposti a prendere decisioni drastiche e abbandonare il carrello della spesa se la spedizione offerta non soddisfa le loro aspettative ed esigenze o se risulta troppo costosa. Oppure se la politica di reso non è gradita al potenziale acquirente.

La spedizione è l’anello debole dell’e-commerce

Il futuro dell'e-commerce italiano è in mano alle spedizioniFonte foto: Shutterstock
Il futuro dell’e-commerce italiano è in mano alle spedizioni

Lo studio di MetaPack è stato condotto online su un campione di 3.589 consumatori negli Stati Uniti e nei sei maggiori mercati in Europa in termini di fatturato delle vendite online – Regno Unito, Francia, Germania, Spagna, Paesi Bassi e Italia – con l’obiettivo di comprendere meglio le richieste e le aspettative dei consumatori in merito alle spedizioni. L’indagine, che ha coinvolto consumatori compresi in una fascia d’età tra 18 e 65 anni o più, è stato studiato in modo da attribuire lo stesso peso alle risposte in termini di età e sesso degli intervistati per ciascun paese e tra paesi diversi.

I consumatori fanno valere i propri diritti con un clic

Lo studio di MetaPack ha preso in esame consumatori che avevano effettuato acquisti online negli ultimi sei mesi. E che cosa è emerso? Che il 43% dei utenti, in seguito a un’esperienza negativa legata alla spedizione, dichiara che non avrebbe più fatto visita a quel particolare negozio online per almeno un mese. Ancora più severa la reazione del 38% degli intervistati che afferma che probabilmente non effettuerà mai più acquisti presso quello store online, mentre un sorprendente 45% sostiene di aver abbandonato il carrello nel sito di e-commerce perché le opzioni di spedizione non erano soddisfacenti oppure perché le opzioni desiderate non erano disponibili. Perché accontentarsi, insomma.

Gli Italiani soddisfatti degli acquisti online

Sebbene l’indagine abbia coinvolto altri sei Paesi, concentriamoci sui dati più rilevanti che riguardano i nostri connazionali alle prese con gli acquisti online. Secondo l’87% degli italiani è l’esperienza positiva di acquisto che invoglia a tornare a fare shopping su uno specifico store online, mentre il 90% dichiara di essere soddisfatto dell’ultimo acquisto effettuato sul web e meno del 20% sostiene di avere avuto un’esperienza negativa di acquisto online negli ultimi 12 mesi.

Soddisfatti, sì, ma a certe condizioni!

Il 67% degli italiani sceglie di acquistare presso uno store online rispetto a un altro in base alle opzioni di spedizione più o meno vantaggiose, mentre il 72% dichiara di fare un unico acquisto per più prodotti per usufruire, quando disponibile, della “spedizione gratuita”, che si rivela così una variabile importante per chi compra sul web. Tra i consumatori italiani (33%) cresce anche il desiderio di un servizio premium con consegna nello stesso giorno e, anzi, il 48% dichiara addirittura che per le aree metropolitane dovrebbe essere sempre previsto un servizio di consegna entro un’ora. Il 25% dei consumatori italiani, inoltra, sceglie il luogo di lavoro per la consegna degli ordini online, mentre solo il 14% degli intervistati opta per la consegna nel fine settimana.

Il futuro degli acquisti online

Gli italiani, secondo l’indagine di MetaPack, si esprimono anche su quello che sarebbe da migliorare nel settore dell’e-commerce. Il 41% degli intervistati, per esempio, gradirebbe che la consegna fosse prevista presso punti di ritiro distribuiti sul territorio, secondo il 39% dovrebbe avvenire entro un’ora, mentre il 38% vorrebbe che la consegna fosse associata alla persona e a dove si trova e non a un indirizzo postale specifico. Quanto al reso della merce acquistata online, la consegna tramite corriere è la più gradita dai consumatori italiani (57%), mentre solo il 25% opta per la posta, e la richiesta di programmi fedeltà si rivela particolarmente elevata tra gli habitué dello shopping sul web (81%). Tutto sommato, però, più della metà dei nostri connazionali – il 56% – si dice soddisfatto degli attuali servizi offerti dagli attuali negozi online.

Ti raccomandiamo