SMART EVOLUTION

L'aereo del futuro sarà modulare: ecco Transpose. Foto e video

Il progetto, che sfrutta il meccanismo a rotaie degli aeri cargo, prevede la realizzazione di sezioni interne intercambiabili. Così sarà possibile creare aerei modulari a breve

Recentemente va di moda il concept modulare, ovvero la possibilità di costruire un oggetto cambiando a piacimento e con facilità alcune delle sue parti senza stravolgere il suo funzionamento. Questo vale soprattutto per gli smartphone.

Un’idea che Airbus vorrebbe “importare” anche nel proprio settore. Il grande costruttore europeo di aerei è pronto a sviluppare Transpose, il primo aereo modulare. Un progetto ambizioso che punta, secondo quanto sostiene l’azienda, a realizzare sezioni interne intercambiabili. Sedili, bar, ristoranti sarebbero, infatti, costruiti sfruttando questo concept. Se un aereo deve compiere un volo a lunga percorrenza, per esempio, è molto probabile che gli spazi saranno principalmente occupati dai compartimenti per la notte. Sedili e letti poi potrebbero far posto a nuovi moduli. E sempre sullo stesso aereo.

I nuovi aerei modulari? I vecchi aerei cargo

A sentire alcuni rappresentanti dell’azienda il progetto non richiederebbe nuove strutture. L’idea su cui poggia Transpose è quella di sfruttare gli attuali velivoli. Pensare di ricostruire in toto gli aerei sarebbe, infatti, così complicato che rischierebbe di compromettere la nascita e lo sviluppo del concept modulare. Per cominciare, si potrebbero usare i grandi aerei da trasporto. Il principio di funzionamento di Transpose è molto simile, infatti, al meccanismo di carico e scarico a rotaie dei cargo. Invece dei container, Airbus vorrebbe caricare le sezioni modulari. Secondo quanto sostiene il costruttore, ogni sezione potrà essere rimossa e cambiata in meno di un’ora. In aggiunta, i moduli saranno costruiti rispettando tutte le norme di sicurezza.

(tratto da YouTube)

Costi accessibili a tutti grazie alle sponsorizzazioni

Airbus ha trovato anche un modo per ammortizzare il costo del progetto. Se l’idea venisse realmente concretizzata le spese sarebbero molto alte. Questo indubbiamente ricadrebbe poi sui passeggeri, costretti a pagare un prezzo del biglietto più alto. Il costruttore europeo potrebbe ricorrere, per limare i “costi fissi”, alle sponsorizzazioni oppure affidare la gestione dei moduli ad aziende esterne. Il coffee shop potrebbe essere, ad esempio, assegnato a Starbucks.

Tempi di sviluppo dell’aereo modulare

A questo punto una possibile domanda potrebbe essere: quanto tempo servirà per realizzare un Airbus modulare? Sembrerebbe poco, al massimo un paio di anni. Il progetto, infatti, sarebbe già in fase di sperimentazione.

 

Alcuni video presenti in questa sezione sono stati presi da internet, quindi valutati di pubblico dominio. Se i soggetti presenti in questi video o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, basterà fare richiesta di rimozione inviando una mail a: team_video@libero.it. Provvederemo alla cancellazione del video nel minor tempo possibile.

Ti raccomandiamo