SMART EVOLUTION

Airobotics: il drone che vola e atterra in totale autonomia. Foto

Il drone dell’azienda israeliana può gestire la fase dell’atterraggio senza l’ausilio di un operatore, sarà usato nelle indagini ambientali e nella sicurezza

I droni capaci di volare in completa autonomia ormai non sono più una novità. Ma Airobotics, azienda specializzata nel settore, ha creato Optimus 1, un drone in grado anche di atterrare da solo. L’intera fase di volo potrà dunque essere totalmente automatizzata. Saranno usati per indagini e pattugliamenti di sicurezza.

Il quadcopter, o quadrirotore se preferite, sarà dunque in grado di gestire senza l’ausilio di un operatore umano sia la fase di volo che quella di atterraggio. Per farlo avrà bisogno di una particolare postazione che il drone riconosce per la fase di ritorno a terra. Grande più o meno come un capanno degli attrezzi sarà, ovviamente, sempre prodotta da Airobotics. I droni pensati per scopi industriali e per la sicurezza, spiegano dall’azienda israeliana con sede a Tel Aviv, sono uno dei settori più in crescita. Molto di più di quelli realizzati per la fotografia e le riprese video.

Come funziona Optimus 1

Premi sull'immagine per scoprire i migliori droni in circolazioneFonte foto: Shutterstock
Premi sull’immagine per scoprire i migliori droni in circolazione

L’idea agli sviluppatori, e in particolare a Ran Krauss co-fondatore dell’azienda israeliana, è venuta in mente nel dicembre del 2014, quando una fuoriuscita di petrolio all’interno della riserva naturale di Evrona creò diversi danni ambientali nella zona. In quel caso il monitoraggio della situazione con droni pilotati dalle persone richiese un grosso sforzo economico. Costi che si potranno abbattere grazie ai nuovi velivoli in grado di gestire tutte le fasi di volo in autonomia. Il drone ora portato a termine da Airobotics può volare con un’autonomia di 30 minuti. L’atterraggio non teme le turbolenze. La postazione per il ritorno a terra infatti è dotati di appositi ganci per afferrare e bloccare il drone quando questo sta scendendo. Inoltre una volta concluso l’atterraggio la postazione riporterà al suo interno il drone e lo collegherà per ricaricarlo (sfoglia la fotogallery per vedere come funziona e come è fatto Optimus 1).

Costi Optimus 1

Il drone si potrà noleggiare per un periodo mensile. I costi, che superano le decine di migliaia di dollari, comprendo anche la manutenzione i vari software per svolgere diversi tipi di attività. Molte aziende israeliane, soprattutto quelle nel settore chimico, stanno già usando il drone per monitorare le perdite di prodotti inquinanti nelle falde acquifere. Ma per Airobotics questo genere di droni diventeranno un must have entro la fine di quest’anno anche nel settore agricolo, minerario e persino nell’archeologia.

Premi sull'immagine per scoprire il drone che va a 200km/hFonte foto: Nimbus
Premi sull’immagine per scoprire il drone che va a 200km/h

Ti raccomandiamo