hacker-banche Fonte foto: Shutterstock
SICUREZZA INFORMATICA

Anche i ladri si evolvono: la rapina in banca diventa digitale

Nel 2016 sono state solo 360 le rapine in banca (una al giorno), mentre le truffe online sono aumentate del 65%, colpendo migliaia di italiani

Le rapine in banca non avvengono più con i normali strumenti del mestiere, ora le truffe corrono online. Negli ultimi dieci anni le rapine in banca sono calate del 90% passando da oltre 3000 a 360 (una media di una al giorno). Nello stesso periodo, invece, le truffe digitali sono esplose.

Secondo il rapporto Clusit 2017, i conti correnti online sono diventati uno degli obiettivi principali degli hacker, con un aumento degli attacchi informatici del 64% rispetto all’anno precedente. Il motivo è abbastanza semplice: mentre le rapine nelle banche sono sempre più complicate e mettono in pericolo la vita dei malviventi, le truffe online sono semplici e non sempre riconoscibili. Non tutte le persone hanno le competenze informatiche per poter riconoscere una truffa e cliccano su link che portano su siti malevoli o che avviano il download di virus e malware.

Sicurezza informatica in pericolo

La causa principale del cambio di strategia dei malviventi è dovuto in particolare alla maggior attenzione che gli istituti di credito hanno posto nei luoghi fisici: le banche sono super controllate e le rapine sono un vero e proprio rischio. Colpire i conti correnti online degli utenti potrebbe essere molto più semplice. Solo negli ultimi mesi le banche hanno iniziato a investire nella formazione dei dipendenti per prevenire le truffe digitali, prima erano in pochi quelli che sapevano riconoscere una e-mail phishing e difendersi dall’attacco degli hacker. Acquisire competenze di sicurezza informatica e assumere esperti del settore è un’abitudine che ancora non prende piede in Italia. Mentre le truffe e le rapine evolvono e diventano sempre più smart, le banche si sono attivate solo nell’ultimo periodo e dovranno recuperare in fretta se vorranno respingere gli attacchi dei pirati informatici.

Ti raccomandiamo