APPLE

Apple, novità da più fronti: depositati 70 nuovi brevetti

Tra i brevetti pubblicati troviamo quelli riguardanti Smart Keyboard, Night Shift, cover resistenti alle macchie e sulla realizzazione di mappe 3D

Apple fa sul serio, come dimostrano i nuovi 70 brevetti che l’ U.S. Patent and Trademark Office ha concesso prima della fine del 2016 all’azienda californiana. Tra le invenzioni registrate figurano mappe interattive 3D, prototipi di cover e di tastiere intelligenti per iPad e iPad Pro e altro ancora.

Iniziamo con il Night Shift. Il brevetto parla di dispositivi elettronici composti da display che sono in grado di cambiare la luminosità in base alle diverse condizioni ambientali. Lo schermo, infatti, potrebbe integrare una serie di pixel che attraverso un circuito di controllo sarebbero capaci di variare la luce emessa. Il brevetto descrive tre possibili usi: paper mode, low mode e bright mode. Nel primo caso la tecnologia permetterebbe ai display di riprodurre la condizione visiva (luci e colori) che si riscontra su un foglio di carta stampato. Nella seconda situazione invece simula la luce di una lampadina, mentre nella terza opzione, quando la luce ambientale è alta, riduce la luminosità.

Mappe interattive 3D

Come visto, l’ U.S. Patent and Trademark Office ha pubblicato anche altri brevetti tra cui troviamo alcune tecnologie per la realizzazione di mappe interattive tridimensionali. In particolare, ci si concentra sull’utilizzo delle gesture per attivare e “manipolare” le mappe interattive. Il dispositivo, secondo quanto di legge nel brevetto, sarà in grado di processare una serie di comandi tattili 3D che vanno dallo zoom alla rotazione, al pan e al tilt mode. I comandi potranno essere attivati singolarmente o simultaneamente.

Cover resistente alle macchie

Tra i 70 brevetti ce n’è anche uno che propone l’impiego di un speciale strato di resina che sarebbe capace di respingere le macchie. La caratteristica principale di questa sostanza è che una volta applicata sulla superficie da proteggere sarebbe in grado di mantenere intatti sia l’aspetto esteriore e sia la sensazione tattile dell’oggetto. La nuova tecnologia potrebbe essere usata nelle Smart Cover prodotte da Apple.

Ti raccomandiamo