apple-droni-maps Fonte foto: Shutterstock
APPLE

Apple userà i droni per migliorare la propria app per le mappe

Il sistema consentirà di aggiornare l’applicazione più rapidamente. Previste anche nuove funzionalità tra cui la possibilità di navigare dentro gli edifici

Quando si parla di navigatori satellitari il pensiero va immediatamente a Google Maps. Anche Apple ha le sue mappe, ma non hanno mai riscosso lo stesso successo dell’applicazione di Mountain View. Ora l’azienda di Cupertino è pronta a cambiare marcia puntando sui droni.

Apple, infatti, impiegherà i quadricotteri per raccogliere dati e aggiornare Maps più velocemente. Rispetto ai tradizionali veicoli usati dall’azienda, i droni daranno la possibilità di acquisire nuove informazioni quasi in tempo reale. Un team di esperti, infatti, una volta ricevuto i dati, provvederà ad aggiornare le mappe. Il nuovo servizio è molto utile, ad esempio, in caso di incidenti stradali e lavori in corso. Apple, inoltre, avrebbe in mente di inserire nuove funzionalità per migliorare ulteriormente Maps. Una di queste feature permetterà di navigare all’interno degli edifici. Sono previsti anche delle modifiche al sistema di navigazione generale.

Le restrizioni per l’utilizzo dei droni

L’uso di droni per mappare strade e vie potrebbe però subire qualche restrizione. Ci sono, infatti, delle regole che impediscono l’utilizzo commerciale dei quadricotteri per raccogliere dati, fotografie e video. Negli Stati Uniti a marzo 2016 il Federal Aviation Administration ha concesso a Apple il permesso di impiegare i droni, anche se l’azienda californiana dovrà sottostare alle regole del FAA che vietano di riprendere persone ed edifici di notte. Questo significa che il sistema di Apple potrà essere usato solo negli U.S.A. e in tutti quei paesi che non hanno delle limitazioni commerciali per quanto riguarda l’uso di droni.

Apple acquista Indoor.io per visitare musei dall’iPhone

Abbiamo detto che oltre ai droni, Apple è intenzionata anche a lanciare una funzionalità che consentirà agli utenti di navigare dentro aeroporti, musei, e altri grandi edifici usando l’iPhone. Questa tecnologia indoor combina il GPS, il WI-FI e il Bluetooth e altri sensori presenti nel melafonino. Per sviluppare la feature Apple ha acquisito Indoor.io, un’azienda specializzata in sistemi di navigazione interna.

Ti raccomandiamo