macbook Fonte foto: Shutterstock
TECH NEWS

Apple contro l'UE, chiesto annullamento multa da 13 miliardi di euro

Apple contesta il provvedimento, varato alcuni mesi fa dalla Commissione Europea, e chiede l'annullamento della multa e il rimborso delle spese legali sostenute

25 Febbraio 2017 - Si aggiunge un altro capitolo alla battaglia fiscale tra Europa da una parte e aziende americane dall’altra. Apple ha deciso, infatti, di ricorrere contro la decisione della Commissione Europea che ha imposto a Cupertino la restituzione di 13 miliardi di euro di tasse non pagate.

Secondo quanto riportano alcuni giornali, la società fondata da Steve Jobs avrebbe ufficialmente presentato il ricorso lunedì scorso presso la corte di appello dell’organismo comunitario. Apple contesta il provvedimento, varato alcuni mesi fa dalla Commissione Europea, su diverse basi. A partire dal fatto che la sua sede europea, che si trova nella città irlandese di Cork, abbia rispettato tutte le regole e le leggi del governo di Dublino. Che includono anche quelli fiscali. Ed è proprio questo il problema. Numerose aziende, non solo dunque Cupertino, negli anni hanno stabilito i loro quartieri generali sul territorio irlandese proprio grazie ai vantaggi fiscali concessi dall’ex colonia britannica.

Dublino al fianco di Apple

La disputa tra Apple ed Europa si è accesa lo scorso 30 agosto, quando la Commissione ha ufficialmente chiesto indietro all’azienda californiana più di 13 miliardi di euro. Cupertino, secondo l’organismo comunitario, avrebbe infatti goduto di un regime agevolato per diversi anni. Non la pensa così Dublino, pronto ad affiancare la società americana in quella che, probabilmente, sarà una lunga battaglia legale. Poco prima di Natale, infatti, il governo irlandese ha tuonato proprio contro la decisione della Commissione Europea, ricorrendo alla Corte di Giustizia per difendere Apple. E spendendo, secondo alcune indiscrezioni, più di un milione di euro. La rinascita dell’economia irlandese si deve, infatti, soprattutto alle numerose aziende americane hi-tech che, in cambio di tasse più basse, hanno fatto crescere il numero dei posti di lavoro.

Nel documento di appello, che include 14 punti, Apple chiede la cancellazione della multa e il rimborso delle spese legali sostenute per difendersi. Ora la palla passa alla Corte di giustizia Europea al cui spetta il compito di porre la parola fine a questa storia.

(Tratto da comunicato stampa)

 

Alcuni video presenti in questa sezione sono stati presi da internet, quindi valutati di pubblico dominio. Se i soggetti presenti in questi video o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, basterà fare richiesta di rimozione inviando una mail a: team_verticali@italiaonline.it. Provvederemo alla cancellazione del video nel minor tempo possibile.

TAG:

Ti raccomandiamo