ransomware Fonte foto: Shutterstock
SICUREZZA INFORMATICA

Attacco hacker contro Telefonica: computer bloccati e chiesto riscatto

Un malware, generato probabilmente da un gruppo di cyber criminali cinesi, ha mandato in tilt i sistemi interni della compagnia telefonica spagnola

12 Maggio 2017 - Gli hacker stanno prendendo di mira le compagnie telefoniche. L’azienda spagnola Telefonica in giornata ha, infatti, registrato un malware nella sua rete interna. E secondo alcune fonti anche Vodafone, Iberdrola (società di gas e luce spagnola) e la banca BBVA potrebbero essere interessate dall’attacco hacker.

In giornata i computer interni della compagnia Telefonica sono collassati e dopo una ricerca immediata da parte della società la colpa è stata data a un malware, per la precisione un ransomware. Per chi non conoscesse questa famiglia di malware, si tratta di un virus informatico che limita l’accesso del dispositivo che infetta, richiedendo un riscatto (ransom in Inglese) da pagare per rimuovere la limitazione. La compagnia spagnola al momento non ha rilasciato nessuna dichiarazione ufficiale ma la notizia ha fatto il giro della Spagna, e poi è stata diffusa nel resto del mondo, grazie alle frasi di alcuni dipendenti della stessa Telefonica.

Dettagli sull’attacco che ha colpito Telefonica

I primi problemi per Telefonica sono iniziati nell’arco della mattinata quando i tecnici hanno scoperto un virus che aveva già infettato la rete aziendale. L’attacco ha costretto i tecnici a sospendere per ore i servizi interni di Telefonica, mentre al personale è stato impedito di portare a casa i dispositivi aziendali e perfino di usare l’indirizzo aziendale di posta elettronica. L’attacco ransomware, come spesso accade, ha richiesto all’azienda spagnola un riscatto in bitcoin. A quanto pare il virus è riuscito a diffondersi in molte sedi spagnole di Telefonica dopo l’attacco fatto a quella di Madrid. Secondo le prime indagini il ransomware sarebbe stato progettato da cyber criminali cinesi.

E Vodafone?

Secondo alcune fonti tra le compagnie telefoniche interessate dall’attacco hacker ci sarebbe anche Vodafone. Anche se gli utenti interessati sarebbero solo quelli spagnoli e non gli utenti Vodafone italiani. Vodafone, così come BBVA e Iberdrola, hanno smentito queste informazioni dichiarandosi totalmente estranee e non coinvolte dall’attacco. Va detto però che la sede di Madrid della società di gas e di energia elettrica per precauzione ha resettato i suoi sistemi interni.

Ti raccomandiamo