https Fonte foto: Shutterstock
SICUREZZA INFORMATICA

Aumenta la crittografia in Rete, ma sarà sfruttata anche dagli hacker

Una ricerca svolta da Mozilla ha evidenziato che il 50% del traffico web ora usa la dicitura HTTPS ma secondo gli esperti questo avvantaggerà alcuni malware

La notizia è di quelle che può essere letta come bicchiere mezzo pieno o mezzo vuoto. Più che ottimisti o pessimisti però in rete bisogna essere prudenti. Mozilla ha fatto sapere che il 50% del traffico web è ora crittografato. Questo significa che con più probabilità vedremo il simbolo HTTPS accanto all’URL.

L’importanza della crittografia. Lo studio effettuato da Mozilla deve ancora essere confermato ma segna comunque un importante incremento dei siti che utilizzano la crittografia rispetto al recente passato. Perché la dicitura HTTPS è così importante? La crittografia non ci mette al sicuro al 100% da attacchi hacker ma aumenta notevolmente la sicurezza dei nostri dati. Inoltre quasi sempre un sito che usa la dicitura HTTPS, per pagamenti o operazioni simili, è affidabile. Quando si acquista online su siti con semplice dicitura HTTP non è detto che l’operazione vada a buon fine. L’aumento nell’uso della crittografia è arrivato soprattutto sui siti pensati per le imprese che in passato non sempre usavano questo sistema.

L’altra faccia della medaglia

Come sempre accade nel campo della sicurezza informatica, niente è semplice. E perciò non può essere così facile proteggere i propri dati. L’aumento dell’utilizzo della crittografia non assicura una maggiore sicurezza a tutti gli effetti. Anzi nel campo delle aziende molte informazioni potrebbero essere a rischio. Proprio perché la crittografia crea dei vicoli cechi che anche i migliori sistemi di sicurezza non riescono a scovare. Ed è in questi punti morti che i cyber criminali più esperti si inseriscono per infettare i sistemi delle aziende. Le ricerche dimostrano come per l’85% degli esperti in sicurezza informatica i prossimi attacchi arriveranno proprio dal traffico criptato. E nel prossimo futuro per l’evoluzione di alcuni malware il 70% degli attacchi a privati e aziende arriverà anche dai siti con dicitura HTTPS.

Ti raccomandiamo