esplsione-smartphone Fonte foto: Shutterstock
TECH NEWS

Le batterie del futuro saranno costruite per non prendere fuoco

Le batterie possono prendere fuoco: l’Università di Stanford ha inventato una piccola pillola a base di fosfati capace di spegnere l’incendio in meno di un secondo

17 Gennaio 2017 - Le batterie al litio sono oramai presenti in qualsiasi modello di smartphone, tablet, computer portatile e auto elettrica. Bassi costi di produzione, ricarica più o meno veloce sono le caratteristiche che hanno permesso alle batterie al litio di conquistare una fetta piuttosto ampia di mercato.

Uno dei pochi problemi delle batterie al litio riguarda la possibilità che esplodano o che prendano fuoco. Durante la fase di ricarica o dopo un uso intensivo, la temperatura delle pile al litio può salire vertiginosamente creando non pochi problemi allo smartphone. Negli ultimi anni sono diversi i casi di device che hanno preso fuoco mettendo in pericolo la salute delle persone. Dall’Università di Stanford arriva la soluzione definitiva che permette di bloccare il principio di incendio delle batterie al litio prima che diventi pericoloso.

Come funziona “l’estintore” per batterie

Alcuni ricercatori dell’Università di Stanford hanno realizzato una piccola pillola composta da una base di fosfati, conosciuta come TPhP (trifenile fosfato), che riesce a ritardare la fiamma bloccando sul nascere qualsiasi tipo di incendio. Il composto utilizzato dai ricercatori dell’Università statunitense andrebbe posizionato direttamente nelle vicinanze dell’elettrolita ed entrerebbe in funzione appena la temperatura supera i 150 gradi celsius. Il tempo di reattività della “pillola magica” è inferiore al secondo e metterebbe in salvo qualsiasi tipo di dispositivo dalla combustione.

Problemi di durata

L’invenzione dell’Università statunitense ha però dei problemi legati ai materiali utilizzati: dopo un anno le particelle iniziano a “deteriorarsi” e non è assicurato il corretto funzionamento dell’estintore. Inoltre, inserendo l’estintore diminuirebbe lo spazio per la pila, inficiando l’autonomia della batteria. L’estintore realizzato dai ricercatori di Stanford è ancora in una fase di sviluppo, ma al momento è la soluzione migliore per mettere in sicurezza le batterie al litio, sia degli smartphone sia delle auto elettriche.

Vuoi scoprire come aumentare la durata della batteria? Premi sull'immagine e sfoglia la fotogalleryFonte foto: Shutterstock
Vuoi scoprire come aumentare la durata della batteria? Premi sull’immagine e sfoglia la fotogallery

Ti raccomandiamo