SMART EVOLUTION

BlessU-2, il robot sacerdote che vi benedice con un raggio di luce

A Wittenberg, la città della Riforma Protestante di Martin Lutero, una chiesa evangelica ha creato BlessU-2, un robot in grado di dare benedizioni

30 Maggio 2017 - I robot, come abbiamo detto più volte, rivoluzioneranno gran parte del mondo. Dalle industrie alla casa. Mai però ci saremo aspettati di vedere un macchinario in chiesa dire preghiere e dare benedizioni. Invece è quello che successo in Germania, non a caso a Wittenberg.

La cittadina della Sassonia sul fiume Elba è famosa per essere stata la prima protagonista della Riforma Protestante di Martin Lutero. E A Wittenberg, cinquecento anni dopo Lutero, una chiesa evangelica sta provando a lanciare un’altra piccola rivoluzione interna al mondo della chiesa. La domanda di partenza è: e se un robot dicesse la messa? Provando a dare una risposta a questa domanda un gruppo di sviluppatori vicini alla chiesa evangelica di Hesse and Nassau hanno realizzato un “robot-prete”, che si chiama “BlessU-2”.

Come funziona

BlessU-2 è praticamente una scatola di metallo con un touchscreen abbastanza grande. È dotato anche di due braccia meccaniche, di occhi e sopracciglia mobili e di una bocca digitale. Quando si entra in chiesa il robot accoglie i fedeli e chiede loro se vogliono essere benedetti o meno. Se la risposta è affermativa il robot fa una specie di sorriso, illumina il fedele con un raggio di luce dal naso e dalle braccia, alza le mani al cielo e inizia con la benedizione. Alternando i gesti di occhi e sopracciglia in base alle parole che dice, per enfatizzarle. La benedizione inizia sempre allo stesso modo con “Dio vi benedica e vi protegga” e poi viene letto un versetto biblico scelto a caso dall’intelligenza artificiale. Una volta finita la benedizione l’utente, o il fedele, può andarsene oppure stampare le parole del robot-prete.

Le reazioni

Al contrario di quanto ci si potesse aspettare il 50% dei fedeli della chiesa, secondo Sebastian von Gehren che è portavoce del progetto, sono rimasti piacevolmente sorpresi dalla novità tecnologica. Va detto però che l’altro 50% si è detto assolutamente contrario a una soluzione di questo genere in campo religioso. “Le macchine – ha detto Sebastian von Gehren – non dovranno in futuro sostituire un prete o un uomo di chiesa in carne e ossa. Il calore e la forza che un uomo riesce a dare a un altro uomo sono unici. Però i robot potrebbero essere una soluzione alternativa ed efficace. Alcune persone tendono a fidarsi più di una macchina che di una persona. Inoltre, questo sistema potrebbe essere usato solo in alcune chiese che hanno un grosso afflusso di fedeli”.

 

Il video in apertura è tratto da YouTube

Alcuni video presenti in questa sezione sono stati presi da internet, quindi valutati di pubblico dominio. Se i soggetti presenti in questi video o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, basterà fare richiesta di rimozione inviando una mail a: team_video@libero.it. Provvederemo alla cancellazione del video nel minor tempo possibile.

Ti raccomandiamo