EV-charging-network Fonte foto: BMW
SMART EVOLUTION

BMW e Volkswagen lavorano ai distributori elettrici universali

BMW, Daimler, Ford e Volkswagen, insieme ad Audi e Porsche, uniscono le forze per disseminare l'Europa di postazioni di ricarica per le auto elettriche

Il progetto è grandioso: una rete di 400 stazioni di ricarica ultra veloci, e con capacità di carica fino a 350 kW, da costruire lungo le principali autostrade e arterie del vecchio continente. Le prime installazioni dovrebbero già iniziare agli inizi del prossimo anno.

Il protocollo di intesa tra BMW, Daimler, Ford e Volkswagen, insieme ad Audi e Porsche è stato firmato. Si partirà con 400 distributori tecnologicamente all’avanguardia – ossia attualmente i più veloci nel fare il “pieno” ai veicoli elettrici a batteria – che diventeranno migliaia entro il 2020: anno in cui si prevede il boom delle auto alimentare a elettricità. L’obiettivo è agevolare i viaggi a lungo raggio in giro per l’Europa. Il network prevede un sistema di ricarica “combinato” (CCS) standard che usa un connettore pienamente compatibile con la maggior parte dei modelli attuali e futuri di auto amiche dell’ambiente.

Stazioni di ricarica universali per auto elettriche

La tecnologia base scelta per realizzare questa immensa rete di stazioni “elettriche” in Europa, come accennato, è conosciuta come Combined Charging System (CCS) – ossia un sistema di ricarica combinato con corrente alternata (AC) e corrente continua (DC) per veicoli elettrici. Il sistema “Combo Coupler” consente, in pratica, di effettuare una ricarica ad altissima velocità fino a 350 kW sia con il connettore AC che DC tramite l’inlet montato sul veicolo. Ed è richiesta una sola interfaccia. Lo standard è attualmente supportato da BMW, Daimler (del gruppo Mercedes-Benz), Ford, ma anche da Hyundai, General Motors, Fiat Chrysler Automobiles e BW Automotive.

CCS stardard universale?

La Chevy Bolt appena rilasciata, per esempio, utilizza già il sistema CCS e lo standard è controllato dalla Charging Interface Initiative, un gruppo fondato da Audi, BMW, Daimler, Volkswagen proprio per spingere al massimo questo tipo di tecnologia di ricarica come standard industriale. Tesla si è unita nel marzo scorso al gruppo ed è al lavoro per realizzare un adattatore in grado di supportare i distributori con tecnologia CCS.

Ti raccomandiamo