APPLE

Buon compleanno iPhone: com'era 10 anni fa, com'è e come sarà

Era il 29 giugno 2007 quando il primo iPhone è stato lanciato sul mercato. Ecco come è cambiato in dieci anni e come cambierà nel prossimo decennio

Dieci anni per la vita di una persona possono essere pochi, ma per un dispositivo elettronico sono tantissimi. Prendete l’iPhone: in dieci anni lo smartphone “rivoluzionario” lanciato da Steve Jobs ha cambiato totalmente faccia. Era il 29 giugno 2007 quando il primo iPhone è arrivato nei negozi e in dieci anni si può affermare che il device ha cambiato la nostra vita e ha creato un settore, quello degli smartphone, che fattura miliardi di euro ogni anno.

Se agli occhi delle persone il primo iPhone sembrava essere un dispositivo venuto dal futuro, nelle mani di un adolescente di oggi può sembrare un device vecchio. E come dargli torto. Lo schermo del primo modello di iPhone è di soli 3,5 pollici e, nonostante la presenza del sistema operativo iOS, era impossibile installare le applicazioni. Per i Millenials cresciuti con schermi “giganti” e con il mito delle applicazioni “gratuite” si sta parlando di un’altra epoca. E pensare che sono passati solo 10 anni.

Dieci anni in cui l’iPhone ha cambiato faccia e ha lanciato nuove mode e tecnologie, scopiazzate da tutti i principali rivali. Pensare a come sarà l’iPhone tra un decennio è molto complicato, ma alcuni indizi li abbiamo a disposizione. Si parla tanto di schermo pieghevole e realtà virtuale: nel prossimo decennio c’è da scommetterci che l’iPhone, o chi per lui, implementerà queste due tecnologie. Anche se, siamo di sicuri che tra dieci anni ancora parleremo di smartphone e di iPhone? Difficile dare una risposta. Nel frattempo, buon compleanno iPhone per i tuoi primi dieci anni.

Come era l’iPhone 10 anni fa

Era il 9 gennaio 2007 quando Steve Jobs salì sul palco del Macworld Conference & Expo a San Francisco e mostrò a tutto il mondo il primo esemplare di iPhone. L’allora CEO di Apple diede appuntamento agli appassionati al 29 giugno 2007, giorno ufficiale del lancio del primo smartphone targato Apple. Il primo iPhone era un dispositivo rivoluzionario: permetteva di svolgere su un unico device azioni che prima richiedevano l’utilizzo di diversi strumenti. Oltre a essere un telefono, permetteva di connettersi a Internet e di interagire con l’interfaccia utente attraverso uno schermo touch. Dieci anni fa, per un telefono, era una cosa straordinaria. Anche se non mancavano i difetti. Ad esempio, la prima versione di iOS, il sistema operativo installato sullo smartphone, non era proprio a misura d’utente e solo grazie all’aiuto dei propri utenti, Apple riuscì a migliorare l’OS. Inoltre, per la connessione a Internet, l’iPhone utilizzava il protocollo EDGE, molto più lento rispetto a quello UMTS presente sugli altri telefonini.

Come è adesso l’iPhone

In dieci anni molte cose sono cambiate. Dal design, al sistema operativo, fino alle funzionalità offerte dall’iPhone. Ma una cosa è rimasta: l’azienda non presenta più di due smartphone ogni anno. L’iPhone resta un dispositivo pensato per l’utente, ma non ha bisogno di grandi cambiamenti: solitamente viene rivoluzionato ogni tre-quattro anni. L’ultimo iPhone lanciato (il 7), presenta uno schermo molto più grande rispetto al primo modello (3,5 pollici contro i 5,5’’ attuali), un sistema operativo veramente a misura d’utente e soprattutto mette a disposizione oltre due miliardi di applicazioni. Il limite principale del primo modello, era proprio lo scarso numero di app, mentre ora è il punto di forza. In questo decennio, l’azienda di Cupertino è stata capace di costruire un settore che prima non esisteva: quello delle applicazioni e del loro sviluppo. Questo è probabilmente l’impronta più grande lasciata in questi primi dieci anni.

Come sarà l’iPhone

Dopo il primo decennio trionfale, tutti si aspetterebbero altri dieci anni di successi. Ma siamo sicuri che nel 2027 ancora parleremo dell’iPhone? Il settore degli smartphone cambia ogni anno e ci stiamo avvicinando a un’epoca dove smartphone, tablet e assistenti domestici si fonderanno in un unico dispositivo. E Apple sicuramente non resterà a guardare e lancerà anche in questo caso il proprio dispositivo, che molto probabilmente non si chiamerà iPhone. Pronti per una nuova avventura?

Ti raccomandiamo