wearable-ces-2017 Fonte foto: Shutterstock
WEARABLE

Quale futuro per i wearable? Al CES non ci saranno grandi novità

Il mercato degli indossabili è in una fase di stallo, aziende come Google, Apple e Samsung non presenteranno nuovi dispositivi a Las Vegas, ma non tutto pare perduto

Il CES, la fiera dedicata alla tecnologia che ogni anno si svolge a Las Vegas, nelle ultime edizione ci ha riservato diverse importanti novità per il mercato degli wearable. Quest’anno però a Las Vegas dal settore degli accessori indossabili dobbiamo aspettarci molto meno. Orologi, fitness tracker e simili sono entrati in una fase di stallo. Cosa dobbiamo aspettarci per il futuro?

Il 2017: anno zero per i wearable. Il 2016 era iniziato con il lancio di Fitbit Blaze proprio al CES, mentre l’anno prima a farla da padrone furono gliorologi intelligenti. Dopo l’iniziale entusiasmo però il 2016 si è dimostrato un anno duro per il settore degli indossabili. In maniera particolare per gli smartwatch. Questo per diversi fattori, dal costo alla concorrenza e soprattutto per lo scarso appeal sui consumatori. È probabile che al CES rivedremo qualche wearable molto utile per la salute, l’abbigliamento o il fitness ma difficilmente ci ritroveremo davanti a un evento impattante come la presentazione di un nuovo Apple Watch o Fitbit.

L’assenza di Google e Apple

A dimostrazione del calo di interesse dei produttori, al momento, in questo settore ci sono le assenze di Google e Apple. Nessuna di queste due aziende di rilievo porterà una nuova soluzione wearable al CES. Certo non mancheranno le app e gli accessori da affiancare ai loro dispositivi. Stesso discorso vale per Samsung, che al CES si concentrerà maggiormente su TV, IoT per la casa ed elettrodomestici intelligenti. Fitbit a differenza delle altre realtà ha avuto un ottimo 2016 ma anche l’azienda californiana, oltre a qualche aggiornamento, non porterà altro a Las Vegas. Solo Garmin potrebbe stupire presentando una nuova versione del suo smartwatch Fenix. O il 4 o una variante del 3, già in commercio.

Le novità per il futuro dei wearable

Nonostante l’evidente fase di stallo data anche da fattori tecnologici, la durata della batteria non è stata migliorata così come la dipendenza da smartphone, il CES 2017 potrebbe dare indizi sul futuro dei wearable. Su tutti l’abbigliamento e gli occhiali da sole intelligenti sembrano dare più speranze per un buon mercato da qui a fine anno. In più gli assistenti vocali inseriti negli smartwatch proveranno a ridare linfa a questi dispositivi. Alexa, per esempio, dovrebbe essere integrata con Martian mVoice e Matrix Powerwatch. Con quest’ultimo che, a detta dell’azienda, si ricaricherà grazie al calore corporeo.

Se siete alla ricerca di un'alternativa economica all'Apple Watch, non vi resta che cliccare sull'immagine
Se siete alla ricerca di un’alternativa economica all’Apple Watch, non vi resta che cliccare sull’immagine

Ti raccomandiamo