app-bambini Fonte foto: Shutterstock
APP

Come controllare cosa fanno i figli online

I bambini sono le prime vittime dei pericoli della Rete. Come proteggerli? Negli store di Google e Apple ci sono numerose app. Ecco le migliori

Internet è un luogo che nasconde molti pericoli. Soprattutto per i più piccoli. E la diffusione di tablet e smartphone anche tra i bambini ha aumentato i rischi. Rischi che in alcuni casi si celano anche in contenuti apparentemente innocui: come nel caso dei cartoni inquietanti pubblicati su Youtube.

L’imperativo per i genitori è quello di assistere i figli, soprattutto quelli più piccoli, quando navigano in rete e informarli sulle minacce che arrivano dal web. Poi è necessario che siano a conoscenza di tutti gli strumenti che è possibile utilizzare per proteggere i propri bambini. I più famosi sono quelli presenti nei browser, che permettono di impostare dei filtri di protezione. E non solo. Google, ad esempio, con il servizio chiamato Family Link, consente ai genitori di controllare i device dei propri figli anche da remoto. Si possono scegliere le app che il bambino può scaricare, verificare quanto tempo ha utilizzato il dispositivo e bloccare lo smartphone a distanza.

Le app utili per controllare i figli

E poi un aiuto arriva anche dal mondo delle app. Per molti genitori una delle principali preoccupazioni è conoscere dove sono i propri figli. Android e Apple mettono a disposizione numerose applicazioni. Una delle più famose ed efficaci, secondo il parere di alcuni esperti, è quella prodotta da Kaspersky, azienda famosa soprattutto per il suo antivirus. Kaspersky SafeKids, oltre a bloccare l’accesso a siti web non adatti ai più piccoli e il download di app che i genitori non considerano adatte per i propri figli, consente di conoscere in tempo reale anche la loro posizione. Un’altra app utile per proteggere i più piccoli è Norton Family parental control, che permette di tenere d’occhio l’attività online dei figli in remoto e di impostare determinati limiti.

Le app per proteggere i più piccoli

Un’app sviluppata da un’altra azienda specializzata in cybersecurity è Bitdefender Parental Contol, che funziona a grandi linee come quelle precedenti. Spazio Bimbi Parental Control è un’applicazione che impedisce al bambino di accedere ad alcune app installate sul dispositivo del genitore. É possibile, inoltre, bloccare anche il download di app a pagamento, disattivare le chiamate e il segnale wireless. Altre app per proteggere i propri figli sono SecureTeen Parental Control e Controllo genitori Screen Time. Quest’ultima applicazione consente di impostare per quanto tempo massimo i figli possono utilizzare un’app, di bloccare un’app o di consentire l’accesso solo a un certo orario.

Tutte queste app possono aiutare i genitori, anche se la prima cosa da fare è quella di insegnare ai propri figli cosa è Internet, i suoi vantaggi, ma anche i pericoli.

Ti raccomandiamo