webcam Fonte foto: shutterstock
HOW TO

Come controllare se qualcuno utilizza la webcam del PC per spiarti

Esiste un modo per evitare di essere spiati attraverso la webcam senza per forza coprire la webcam con un pezzo di nastro adesivo scuro? Certo. Ecco come fare

Stiamo diventando un po’ tutti paranoici, a causa delle continue violazioni informatiche che non risparmiano nessuno. Oltre al furto di dati personali, una delle paure principali con cui molte persone si trovano a convivere è quella di essere spiati attraverso la webcam dei propri dispositivi.

Soprattutto in presenza di computer portatili che, come tablet e smartphone, sono messi in vendita con il sensore fotografico integrato. Timori, questi, assolutamente legittimi, considerando che, come sostengono molti esperti, basta davvero poco per prendere il controllo di una webcam in remoto ed entrare nella sfera privata delle vittime. Con tutto quello che ne consegue. L’intimità violata, infatti, rischia di essere usata dagli hacker come arma di ricatto per estorcere denaro. Molti utenti ancora scelgono di proteggersi utilizzando il classico e sempre verde metodo del nastro adesivo scuro per schermare la webcam. Ma è possibile fare altro?

Come controllare se la nostra webcam è al sicuro

Un modo meno arcaico e, comunque, molto efficace per sapere se qualche occhio indiscreto si è intrufolato nella nostra vita è quello di controllare quali programmi e quali applicazioni hanno accesso alla fotocamera. Tra questi, infatti, si potrebbe nascondere un software malevolo. È un procedimento che non richiede, comunque, grosse competenze informatiche. Basterà scaricare Processs Explorer, un programma gratuito e in grado di individuare, come il Task Manager di Windows, tutti i processi attivi.

Una volta eseguito il download del software, il primo passo richiede di trovare il nome della webcam installata sul computer. Anche in questo caso la procedura è molto semplice. Sarà sufficiente digitare “Gestione dispositivi” in “Cerca in Windows”, che troverete in basso a sinistra dello schermo. A questo punto cercate “Dispositivi di acquisizione e immagine” e dal menu a tendina selezionate la webcam. Apparirà quindi un’altra finestra in cui sono riportate una serie di informazioni riguardo al sensore installato. Premete su “Dettagli” e copiate il nome della webcam (quello riportato sotto l’opzione “Valore”).

Ora entriamo nella fase più “calda”. Aprite Process Manager ed eseguite il comando Ctrl+F. Nella barra di ricerca che comparirà sullo schermo incollate il nome della fotocamera copiato in precedenza e cliccate su “Search”. Il software vi fornirà l’elenco di tutti i programmi che usano la fotocamera. Se qualcuno di questi vi sembrerà di non conoscerlo, potrebbe essere uno spyware. A questo punto dovrete rimuoverlo con un programma antispyware ed effettuare una scansione antivirus. Se il procedimento andrà a buon fine, potrete ricominciare a utilizzare la vostra webcam.

Ti raccomandiamo