truffe-telefoniche Fonte foto: Shutterstock
HOW TO

Come difendersi dalle chiamate indesiderate e dalle truffe telefoniche

Una guida completa e intuitiva per bloccare per sempre le chiamate indesiderate sia sul numero del telefono di casa che sul proprio smartphone

A pranzo, a cena e anche a lavoro. La nostra giornata è scandita da chiamate sul telefono. Sia quello di casa che lo smartphone. Nella maggior parte dei casi non sono belle notizie ma i soliti call center che provano a venderci di tutto. Vediamo allora, con questa guida completa, come difenderci dalle chiamate indesiderate.

Esistono diversi modi per difendersi sulla linea fissa dalle chiamate indesiderate dei call center, ma anche e soprattutto per evitare le spiacevoli truffe telefoniche. Per arrestare le continue chiamate promozionali potremo decidere di iscriverci al Registro Pubblico delle Opposizioni. Ma non è l’unico modo per difenderci dalle chiamate insistenti del telemarketing. Infatti, oramai anche gli smartphone sono diventati un obiettivo delle chiamate promozionali, ed è necessario installare le giuste applicazioni per riuscire a bloccare le telefonate indesiderate.

Come iscriversi al Registro delle Opposizioni

Si tratta di un servizio messo a disposizione dei cittadini che permette di escludere il proprio numero da quelli a disposizione dei vari call center. Per iscriverci la prima cosa da fare è andare online al sito www.registrodelleopposizioni.it. Qui selezioniamo la dicitura Area Abbonato che troviamo in verde in alto a sinistra del nostro monitor.

Una volta entrati nell’Area Abbonato noteremo una serie di icone, cinque per la precisione. Dobbiamo cliccare su quella con la dicitura “Web”, che è anche la prima della lista. In questo modo apriremo un menu a scomparsa, e selezioniamo la voce Iscrizione. Qui sotto leggeremo la dicitura: “Gentile Abbonato, per iscrivere tramite web la tua numerazione nel Registro Pubblico delle Opposizioni, dovrai compilare e inviare il modulo elettronico presente al seguente Link”. Cliccando sul link verremo trasportati su una nuova pagina dove dovremo compilare il modulo necessario. Per completare l’operazione ci serviranno il nostro numero di telefono, la partita IVA in caso di telefono aziendale, i nostri dati di nascita e residenza e un indirizzo di posta elettronica. Una volta compilato  il modulo clicchiamo sulla voce Invia, in basso a sinistra. Al termine dell’iscrizione visualizzeremo una pagina di riepilogo, ricordiamoci di stamparla poiché potrebbe tornarci utile in futuro. Se, infatti, dopo la nostra iscrizione continuassimo a ricevere le chiamate dei call center potremo rivolgerci al Garante per la protezione dei dati personali e denunciare il fatto. Per farlo scarichiamo, sempre dal sito del Registro delle Opposizioni, il file con la dicitura “Segnalazione di ricezione telefonate pubblicitarie indesiderate – Per utenze telefoniche riservate”. Compiliamolo e inviamolo tramite raccomandata all’indirizzo presente nel modulo in alto a destra. Ricordiamoci che l’attivazione dell’iscrizione al Registro delle Opposizioni richiede circa 15 giorni di tempo.

Limiti del Registro delle Opposizioni

L’iscrizione al Registro delle Opposizioni ci eviterà di dover rispondere a diverse chiamate promozionali e indesiderate. Però potrebbe non risolvere la soluzione in maniera definitiva. Legalmente, infatti, anche se noi siamo iscritti al Registro delle Opposizione le aziende che abbiamo abilitato alla ricezione di comunicazioni promozionali potranno comunque chiamarci. Questa è una cosa che accade spesso quando ci si iscrive a un sito Internet, si partecipa un concorso online o ci si abbona a servizi di vario genere. Stiamo sempre attenti perciò quando rilasciamo il nostro numero in Rete e quando clicchiamo “acconsento” al momento dell’iscrizione a siti, forum o social network di vario tipo.

Come bloccare le chiamate indesiderate su smartphone

Come abbiamo detto le chiamate promozionali, quelle indesiderate e i tentativi di truffa ormai non sono più un fenomeno esclusivo dei telefoni fissi, ma sono ricorrenti anche sugli smartphone. Per farlo, specie sui dispositivi Android possiamo decidere se usare le impostazioni presenti di default sui nostri dispositivi oppure se affidarci ad applicazioni di terze parti. Nella maggior parte dei casi le app garantiscono una maggiore protezione dalle pressanti chiamate commerciali.

Smartphone Samsung

Vediamo come bloccare le chiamate indesiderate su alcuni smartphone Android. Se, per esempio, abbiamo un telefono Samsung con Android Lollipop, oppure un Galaxy S5 o S6 o un Note 4, possiamo adottare un semplice metodo per bloccare le chiamate in entrata. Si tratta di un’opzione di default del telefono molto facile da impostare. Per farlo andiamo nel Registro Chiamate, in alto a destra troveremo l’icona per le impostazioni avanzate. Entriamo e selezioniamo la voce aggiungi numero a lista di rifiuto automatico. Una scelta drastica ma comunque efficace potrebbe essere anche quella di selezionare la dicitura “Blocca tutti i numeri sconosciuti”.

Smartphone HTC

Come su Samsung anche HTC ha reso semplicissimo bloccare le chiamate ai suoi utenti, grazie a un’impostazione presente di default. Per farlo, sui vari One M7, One M8 e One M9, ci basterà aprire la Cronologia delle chiamate e poi toccare l’icona di ricerca, quella con la lente di ingrandimento, per ritrovare il numero che desideriamo fermare. Premiamo sul numero indesiderato e comparirà un menu a popup quindi opzioniamo la voce Aggiungi a blocco chiamate. Possiamo anche gestire i contatti bloccati poiché gli smartphone HTC creano una cartella con presenti tutti i numeri inseriti nella lista nera.

Smartphone LG

Alcuni smartphone LG, specie quelli che girano ancora con Lollipop, adottano delle soluzioni rapide e ingegnose per evitare le chiamate commerciali. Impostarlo è facilissimo, anzi a dir la verità non bisogna impostare nulla, decideremo al momento della chiamata se aggiungere il numero alla black list o meno. Per farlo, quando riceviamo la chiamata indesiderata, invece che scorrere il dito dal centro verso la cornetta rossa a sinistra per chiudere, portiamo la cornetta rossa al centro. Quest’operazione manderà in automatico il numero tra i contatti bloccati. Oppure possiamo impostare il rifiuto automatico per tutti i numeri sconosciuti o privati.

Dovrei rispondere?

Se il nostro smartphone non ha delle impostazioni efficaci presenti di default e vi state chiedendo come bloccare le chiamate indesiderate è possibile chiedere l’aiuto di applicazioni di terze parti. Una delle migliori è: Dovrei Rispondere? Il nome è esplicativo e permette di capire immediatamente lo scopo principale dell’applicazione. Dovrei rispondere? permette di bloccare le chiamate in entrata di qualsiasi numero e di scoprire in anteprima il giudizio degli utenti su quel contatto. Se ad esempio si riceverà una telefonata da un call center, l’applicazione permetterà di scoprirlo in anticipo e si potrà non rispondere risparmiando del tempo prezioso. L’app utilizza un database interno aggiornato costantemente dagli altri utenti. Inoltre funziona anche offline.

Calls Blacklist

Altra applicazione molto utile per bloccare le chiamate dei seccatori su Android è Calls Blacklist che permette di creare una lista personale con tutti i contatti da respingere. L’utente potrà aggiungere un numero alla lista nera o aggiungerlo direttamente a una delle seguenti categorie: “Numeri privati”, “Numeri sconosciuti” o “Tutte le chiamate”. Oltre alla possibilità di bloccare le chiamate, l’utente avrà la possibilità di mettere un blocco anche alla ricezione degli SMS. Blacklist è un’applicazione molto completa: sul Google Play Store è disponibile sia una versione gratuita sia una a pagamento senza pubblicità.

Google Dialer

Google offre un servizio per bloccare le chiamate commerciali e in generale tutte quelle indesiderate. Si chiama Google Dialer. Ovviamente per farlo funzionare bisogna installare la relativa applicazione che si trova nel Play Store. Per farlo bastano pochi minuti. Scaricata l’app, dobbiamo avviarla. Una volta fatto andiamo nel menu e clicchiamo sull’icona con tre puntini presente in alto a destra. Andiamo quindi su Impostazioni e selezioniamo la voce Numeri bloccati. A questo punto scegliamo la dicitura Aggiungi un numero e inseriamo tutti i contatti che intendiamo bloccare.

True Caller

Se siete alla ricerca di app gratuite per bloccare chiamate in entrata True Caller è una degli applicativi più utilizzati dagli utenti Android. Questo poiché offre due servizi differenti: da un lato è possibile bloccare le chiamate da persone che non sono gradite, dall’altro si potrà respingere i call center. Per poter utilizzare al meglio le funzionalità offerte da True Caller è necessario iscriversi alla piattaforma e si potrà iniziare a usare il database, come Dovrei Rispondere?, con tutti i numeri dei call center segnalati dalla comunità. Ogni utente potrà aggiungere nuovi contatti e inserire nella propria black list personale quelli che non vorrà più sentire.

Ti raccomandiamo