carta-di-credito Fonte foto: Shutterstock
HOW TO

Come evitare di farsi clonare la carta di credito

Sono sempre di più le persone che vanno incontro a questi problemi: a volte basta una semplice distrazione per farsi clonare la carta di credito. Ecco cosa fare

Se la vittima di una carta di credito clonata se ne accorge subito può limitare i danni, bloccando un pagamento e forse ottenendo indietro i soldi sottratti. Ma può anche capitare che non si renda conto di nulla sino a quando non effettua un estratto conto: in questi casi è davvero troppo tardi.

Sono sempre di più le persone che vanno incontro a questi problemi, anche per via delle armi sofisticate messe in scena dagli hacker per clonare le carte di credito. A volte basta una semplice distrazione per consegnare di fatto le proprie credenziali bancarie ai cybercriminali. Spesso è la stessa superficialità delle vittime a rendere il gioco facile ai malfattori. Molte persone, infatti, acquistano online su piattaforme poche affidabili e soprattutto sprovviste del protocollo https (quello con il lucchetto verde), che impedisce ai dati trasmessi tramite Internet di essere intercettati dagli hacker.

E non solo. La carta può essere clonata rapidamente anche in un negozio, alla pompa di benzina, al casello autostradale oppure direttamente al bancomat. Ecco alcuni preziosi consigli da mettere in pratica per proteggere la propria carta di credito.

Servizio SMS

Primo e importante accorgimento – è incluso nella maggior parte dei conti corrente – è abilitare la funzione che permette di ricevere un messaggio sul proprio cellulare ogni volta che viene effettuato un pagamento. Il servizio si rivela molto utile in caso in cui la vostra carta sia stata clonata: potreste sapere seduta stante se qualcuno sta eseguendo delle transazioni usando il vostro conto. In questi casi, dovrete contattare la banca e chiedere all’operatore di bloccare la carta.

Acquisti sicuri

Nonostante gli sforzi degli istituti bancari per proteggere i conti corrente, poco è possibile fare contro la superficialità dei loro clienti. Abbiamo anticipato prima che molte persone perfezionano i loro acquisti su siti internet poco sicuri. Attenzione, il gioco non vale la candela. Anche se il prodotto che vi interessa è in offerta, sarebbe meglio affidarsi solo alle piattaforme più note. Spesso questi siti sono creati appositamente per rubarvi i dati della vostra carta di credito. È consigliabile spendere qualcosa in più che rischiare di farsi clonare la carta. Ricordatevi di controllare se il sito include il protocollo, come detto sopra, https.

Proteggere le carte contactless

Alcune delle ultime carte di credito dispone della tecnologia contactless, un sistema che, usando un chip RFID (Radio Frequency Identification) o NFC (Near Field Communication), permette di effettuare i pagamenti utilizzando le onde radio: non c’è bisogno di inserire fisicamente la carta nella macchina del POS ma basta accostarla solamente. Comodo, sicuramente. Ma molto rischioso. Un malfattore potrebbe avvicinarsi con un lettore RFID o NFC e svuotarvi il conto. Cosa fare? In commercio ci sono dei portafogli pensati proprio per bloccare le onde radio. Compratene uno.

Password sicure

Non fate l’errore di cambiare la password del vostro conto corrente con una più semplice. Ricordatevi si utilizzare sempre – per qualsiasi account, non solo quello bancario – delle chiavi di accesso uniche e soprattutto complesse. Attivate anche l’autenticazione a due fattori, che fornisce un grado di protezione maggiore.

Controllate la carta di credito

Spesso per clonare la carta di credito i malfattori ci mettono pochissimi minuti. Non permettete a nessuno di portarvela via. Se siete al ristornante, anche se può apparire poco elegante, e il cameriere prova ad allontanarsi con la carta, fermatelo. Potrebbe essere un ladro intenzionato a clonarvi la carta. Insomma, non perdetela mai di vista.

Altri consigli

Attenzione anche ai prelievi agli sportelli automatici. Evitate le macchine poco sicure e affidatevi solo a quelle delle banche. Coprite il codice PIN con una mano prima di inserirlo: potrebbe esserci una microtelecamera installata nell’ATM. Controllate, inoltre, spesso gli estratti conti. In alternativa, lasciate a casa la carta di credito e sostituitela con i sistemi di pagamento elettronici.

Ti raccomandiamo