calendario Fonte foto: Shutterstock
HOW TO

Come difendersi dagli inviti spam del calendario dell'iPhone

Stanco di ricevere inviti-spam sull'iPhone? Ecco alcuni trucchi che ti aiuteranno a non ricevere più notifiche ed evitare di essere disturbati

Allo spam che invade la casella di posta elettronica abbiamo fatto, gioco forza, l’abitudine. Ogni giorno si ricevono decine e decine di messaggi che finiscono direttamente nelle fauci dei filtri antispam, minimizzando i disturbi per gli utenti. Agli inviti-spam nei calendari degli smartphone, però, non eravamo abituati.

Da inizio dicembre 2016 gli utenti iPhone, infatti, hanno iniziato a ricevere strane notifiche sui loro smartphone da utenti sconosciuti e mai visti prima. Nella stragrande maggioranza dei casi, tra le altre cose, non si tratta di inviti a eventi, ma a promozioni per occhiali, borse e altri oggetti griffati in vendita a prezzi stracciati. Insomma, la tattica è la stessa già vista su Facebook, ma il canale di diffusione utilizzato è completamente nuovo e sinora “vergine”. Anche per questo motivo, sia gli utenti sia Apple sono rimasti un po’ spiazzati e, nei primissimi giorni di diffusione della campagna pubblicitaria virale, la risposta non è stata adeguata alla “minaccia”.

Fortunatamente, con il passare delle ore e dei giorni sono stati rivelati alcuni trucchi e rilasciati alcuni strumenti utili a contrastare l’emergenza. In questo modo l’utente avrà un arma in più grazie alla quale difendersi dall’assalto degli spammer e difendere la propria tranquillità.

Come funzionano gli inviti-spam sul calendario dell’iPhone

Non si sa se per caso o magari “imbeccati” da qualche gola profonda interna ai meccanismi del calendario iCloud, ma a inizio dicembre 2016 gli spammer si sono improvvisamente accorti che gli inviti agli eventi sono accompagnati da una notifica push per l’utente. Come fosse un SMS, un aggiornamento Facebook o un messaggio su WhatsApp, l’invito del Calendario attirerà l’attenzione dell’utente e richiederà un suo intervento: dovrà infatti confermare la propria presenza, respingerlo o semplicemente ignorarlo.

Inviti spam calendario iPhoneFonte foto: web
Inviti spam sull’iPhone

La particolarità degli inviti in questione sta nella natura stessa degli eventi che “pubblicizzano”. Non si tratta di compleanni, matrimoni, feste di laurea o cenoni di Natale, ma di svendite a prezzi di saldo di capi d’abbigliamento e accessori delle migliori marche. Spulciando tra i dettagli, l’utente potrà anche trovare l’indirizzo web dove trovare queste fantastiche offerte: si consiglia fortemente di non aprire il link, il minimo che potrà capitare sarà di restare infettati da chissà quale malwware. Ovviamente, anche gli estensori dell’invito sono dei perfetti sconosciuti, il più delle volte con nomi stranieri o completamente inventati.

Come comportarsi con gli inviti spam sul calendario dell’iPhone

Nel caso si siano ricevuti molti inviti spam sul Calendario iCloud è importante non rispondere in alcun modo alle notifiche che si ricevono. Per ogni risposta, infatti, lo spammer riceverà a sua volta un messaggio di notifica: un chiaro segnale che dietro l’indirizzo email dell’ID Apple si nasconde un utente in carne e ossa e, soprattutto, attivo. Rispondendo, dunque, si fornirà il “segnale di vita” che il pirata informatico stava aspettando: da quel momento in poi si sarà letteralmente bersagliati da una lunga serie di inviti a campagne promozionali di ogni tipo. Si diventerà vittima prediletta, insomma, di un’anomala campagna di spam.

Come evitare gli inviti spam sul calendario iPhone

Nel caso in cui le notifiche calendario diventino eccessive, tanto da dare fastidio, ci sono diversi trucchi cui ricorrere per mettere fine al “supplizio digitale”. Si può creare un calendario alternativo verso il quale dirottare tutte le richieste in arrivo; si possono modificare le impostazioni in modo da ricevere messaggi di posta elettronica anziché via notifica sul melafonino; utilizzare alcuni tool che gli sviluppatori Apple hanno messo a disposizione degli utenti nei giorni successivi alla prima ondata. Vediamo nel dettaglio come comportarsi per difendersi dallo spam sul calendario dell’iPhone.

Creare un calendario “Spam” e deviare lì tutti gli inviti

La prima soluzione, un po’ più complessa ma applicabile anche attraverso l’app per iPhone e iPad, consiste nel creare una sorta di calendario-cuscinetto verso il quale deviare tutto lo spam ricevuto e quello che si riceverà in futuro. Dalla schermata principale di Calendario premere sulla voce “Calendari” in basso al centro e successivamente su “Modifica” in alto a sinistra. Da qui premere su “Aggiungi calendario…”, assegnargli il nome “Spam” (o qualunque altro nome che si vuole, fa poca differenza) e premere per due volte su “Fine” nella parte alta dello schermo per tornare alla schermata principale dell’applicazione. Da qui si deve premere sulla voce “In entrata” nell’angolo in basso a destra, così da poter avere una visione completa di tutti gli inviti ricevuti negli ultimi tempi. Selezionare uno degli inviti-spam e premere su “Calendari”: in questo modo si potrà deviare l’invito verso il calendario-cuscinetto appena creato. Questa ultima operazione deve essere ovviamente ripetuta per tutto lo spam ricevuto, così da ripulire il calendario che si utilizza solitamente per gli appuntamenti personali e di lavoro. Fate bene attenzione, però, a non rispondere in alcun modo ad alcun invito: potrebbero arrivarne ancora di più, rendendo inutile il lavoro fatto sinora. Per completare la pulizia sarà necessario premere nuovamente su “Calendari” in basso al centro, poi su “Modifica” e infine su “Spam” (o il nome scelto da voi): scorrete fino in basso e selezionate “Elimina calendario”, confermando la propria scelta ogni volta che verrà chiesto.

Evitare di ricevere le notifiche degli inviti-spam

È inutile negarlo: l’aspetto più noioso dell’intera faccenda è la ricezione continua delle notifiche che ci distraggono, gioco forza, dalle altre attività che stiamo portando avanti. Un problema risolvibile, però, più semplicemente di quanto si possa immaginare. Utilizzando un computer ci si collega al portale di iCloud e si accede con le stesse credenziali usate sull’iPhone e si clicca sull’icona del Calendario.

Impostazioni di iCloudFonte foto: redazione
Impostazioni di iCloud

A questo punto si va nel menu impostazioni cliccando sull’icona a forma di ingranaggio e si sceglie la voce “Preferenze”: nella schermata che si apre si clicca sulla scheda “Avanzate” e in corrispondenza della voce “Inviti” si opta per ricevere notifiche tramite email. A questo punto la sequela di notifiche ricevute sul proprio iPhone sarà solamente un vecchio ricordo.

Segnalare come “spazzatura”

La campagna spam sul calendario deve aver colto di sorpresa anche gli sviluppatori che si occupano di manutenere e migliorare il servizio che l’azienda con sede a Cupertino offre ai suoi utenti. La risposta, infatti, è stata tutt’altro che immediata e, anche se solo per qualche giorno, i possessori di iPhone e iPad si sono ritrovati in balia di una campagna spam di proporzioni vaste. La risposta è arrivata sotto forma di link aggiunto nei dettagli degli eventi che consente di segnalare come spazzatura (Report Junk nella versione inglese) eventuali inviti sospetti e indesiderati.

Segnalare gli inviti come spazzaturaFonte foto: web
Segnalare gli inviti come spazzatura

Il vantaggio di questa soluzione sta nel fatto che la segnalazione arriverà – ovviamente – solo ad Apple, che provvederà a eliminare l’invito dal nostro calendario iCloud e da quello degli altri utenti che ne hanno ricevuto uno identico. Lo spammer, invece, resterà a bocca asciutta: non riceverà alcun segno della nostra attività e rimarremo per lui un “utente fantasma”, evitandoci così altre scocciature.

Ti raccomandiamo