copertina whatsapp Fonte foto: Shutterstock
HOW TO

Come fare il backup delle conversazioni di WhatsApp su Android

Chat, foto, video e registrazioni. Chi l'ha detto che bisogna rinunciare a tutti i propri ricordi su WhatsApp se si cambia smartphone? Basta sapere come salvarli

Ci sono i fanatici della sicurezza che fanno regolarmente il backup di alcune, o tutte le conversazioni di WhatsApp – allegati compresi – e chi si pone il problema solo nel momento in cui deve cambiare dispositivo. Altri non conoscendo questa funzione del programma, a malincuore, perdono tutto.

Usare WhatsApp è molto semplice ed è forse questa caratteristica che la portata a diventare una delle app di messaggistica istantanea più usata a livello mondiale, se non la più gettonata in assoluto. Nuove feature sono arrivate nel corso degli anni, ma senza compromettere la sua facilità di utilizzo. È un gioco da ragazzi anche eseguire il backup di una o tutte le conversazioni presenti nel programma per salvarle nel caso qualcosa andasse storto, oppure per spostarle senza perdere una sola chat, con i relativi file multimediali, su un altro dispositivo.

Eseguire il backup su un dispositivo Android

La prima mossa è aprire WhatsApp, anche se sicuramente sarà già in piena attività. Toccate l’icona con le tre sferette in alto a destra per aprire il menu e scegliere Impostazioni > Chat. Individuate la funzione Backup delle chat e toccatela per entrare nella relativa finestra. Sono presenti varie opzioni, ma l’unica che interessa davvero in questo frangente è Includi video che bisogna attivare. È consigliabile eseguire il backup quando si è collegati via WiFi per non sprecare la connessione dati. Se, però, è un’operazione “urgente”, attivate la voce WiFi o rete cellulare dall’opzione Backup tramite. Adesso è tutto pronto per far partire l’operazione con un tocco sul pulsante verde Esegui Backup. Il tempo di attesa dipende da quanto avete chattato e da quanti contenuti multimediali avete collezionato nel corso del tempo.

Copiare il backup sul nuovo dispositivo Android

WhatsAppFonte foto: Shutterstock
WhatsApp

Collegate il “vecchio” smartphone, o tablet, al computer tramite il cavo USB. Entrate, quindi, nella cartella WhatsApp > Databases dove sono archiviati tutti i backup. Riconoscete i backup perché iniziano tutti con msgstore e finiscono con una data. Salvate l’intera cartella sul computer, in un posto facile da ricordare come, per esempio, il desktop.

Passate adesso sul smartphone o tablet su cui volete copiare tutti i vostri ricordi di WhatsApp. Installate anche qui WhatsApp dal Google Play ma, attenzione, non apritelo. Collegate prima il dispositivo al computer, aprite la cartella con i backup di quello “vecchio” e copiate tutti i file che iniziano con mgstore dal computer sul nuovo smartphone o tablet nella cartella WhatsApp > Databases. Aprite la versione appena installata di WhatsApp, seguite le istruzioni di configurazione e, a un certo punto, il programma vi comunicherà che ha trovato uno o più file di backup. Accettate la proposta e scegliete quale ripristinare.

Esiste una terza opzione!

Se non volete effettuare il backup di tutte le conversazioni, ma solo di qualcuna, c’è un modo molto semplice per farlo. Aprite una conversazione, andate nel menu Impostazioni > Altro. A questo punto scegliete il comando Invia chat via email. WhatsApp vi chiederà se volete allegare anche i contenuti multimediali e in questo caso scegliete Allega Media. Dopo un attimo decidete dalla schermata Invia chat tramite quale sistema utilizzare (Gmail è il più gettonato). Puntate, quindi, il dito su, Gmail e procedete come se spediste un normale messaggio di posta.

Ti raccomandiamo