privacay-android Fonte foto: Flickr
HOW TO

Come fare per tenere al sicuro i dati personali su Android

Basta seguire alcuni semplici passi per impedire che mani e occhi indiscreti accedano alle informazioni contenute nei vostri smartphone

Abbiamo acquistato un nuovo telefonino Android super performante e molto bello. Una delle prime cose da fare in questo mondo di curiosi e soprattutto di ladri informatici è pensare di mettere in sicurezza i nostri dati. E il sistema operativo del robottino verde offre numerose possibilità per aumentare la sicurezza degli smartphone. Foto, messaggi, contatti e tutte le altre informazioni contenute nei nostri dispositivi mobili possono essere protetti mettendo in pratica alcuni semplici ma efficaci accorgimenti. Se seguite questi tre consigli, chi proverà a violare la vostra privacy troverà pane per i suoi denti.

Bloccate lo schermo dello smartphone Android

Cominciamo dallo schermo che deve essere sempre bloccato. Perché? La risposta è molto semplice. Se doveste, ad esempio, smarrire lo smartphone chiunque può accedere ai vostri dati. Qui non parliamo solo di messaggi, rubriche telefoniche e contenuti multimediali, ma anche di account email. Una volta messe le mani su queste informazioni, una persona può conoscere praticamente tutta la vostra vita. È molto importante quindi che il display sia accessibile solo a noi. Se non si dispone di uno degli ultimi modelli di smartphone con lettore per le impronte digitali integrato, quello che dobbiamo fare è impostare immediatamente una password sicura. Qualcuno potrebbe dire che si tratta di un consiglio scontato, purtroppo però non è così.

Non scaricate le app da fonti sconosciuti

 

Se si vuole scoprire come mettere al sicuro il proprio smartphone Android da malware e hacker, cliccate sull'immagineFonte foto: Shutterstock
Se volete scoprire come mettere al sicuro il proprio smartphone Android da malware e hacker, cliccate sull’immagine

Un altro accorgimento fondamentale per proteggere i vostri dati è quello di affidarsi a fonte sicure per scaricare le applicazioni. Utilizzate il Google Play Store, i market ufficiali dei produttori dei vostri smartphone ma non effettuate download da store o siti internet sconosciuti. In questo caso il rischio più basso è quello di trovarvi con app cariche di pubblicità, mentre quello più alto (e più probabile) è di aver installato un malware sul telefonino. Nelle scorse settimane infatti migliaia di utenti, pur di mettere le mani sul tanto agognato gioco Super Mario Run (disponibile al momento solo per iOS), sono cascati nel tranello degli hacker e hanno invece scaricato applicazioni malevoli. Se ci tenete ai vostri dati dunque fate attenzione.

Leggete le politiche di privacy

Avete presente quando, prima di scaricare un’applicazione dallo store di Google, vi si chiede di accettare o meno le politiche di privacy del programma? Ecco, è bene leggerle tutte, anche se sono noiose e impegnative. È molto importante infatti capire a quali dati l’app accede e l’uso che ne fa per evitare poi brutte sorprese. Purtroppo sono davvero in pochi a leggere queste informazioni che spesso sono lunghe e complicate da capire. Meglio fare un sacrificio che consegnare la nostra privacy in una scatola chiusa. Scatola che poi verrà aperta da chi gestisce il software e verso cui non potremo muovere un dito, visto che abbiamo deciso di dare il consenso al trattamento dei nostri dati personali.

Ti raccomandiamo