APPLE

Bridge, il dispositivo di mixed reality per iPhone. Foto e video

Il wearable crea per gli utenti un’esperienza che unisce la realtà virtuale a quella aumentata. Bridge sarà messo in vendita a marzo al prezzo di 399$

Immaginate di interagire con un robot virtuale all’interno di una stanza. Immaginate pure di aprire una porta all’interno di un vero muro. Fantascienza? Assolutamente no. Grazie al nuovo visore Bridge, infatti, potremmo muoverci nel mondo reale e virtuale allo stesso tempo.

Il dispositivo, infatti, mappa il mondo circostante e crea uno spazio virtuale dove alcuni oggetti virtuali possono interagire con gli utenti. Come scrive Occipital sul proprio sito, l’azienda che ha realizzato il wearable “gli oggetti virtuali entrano nel nostro mondo e interagiscono con il nostro ambiente come se fossero realmente lì”. Il visore per alcuni tratti ricorda gli Hololens di Microsoft, gli occhiali per la realtà aumentata. Come il dispositivo di Redmond, Bridge, infatti, proietta nel mondo reale elementi virtuali. Ma Bridge è anche simile ad altri visori VR. In altre parole, il device di Occipital unisce la realtà virtuale e quella aumentata in un unico oggetto.

Caratteristiche

(Tratto da YouTube)

Partiamo dicendo che Bridge è un dispositivo pensato per funzionare solo con gli iPhone e gli iPad. Il cuore del wearable è costituito da Structure Sensor, uno scanner 3D per i dispositivi Apple creato sempre da Occipital. Il compito di Structure Sensor è appunto mappare la realtà e creare un’esperienza di mixed reality dentro cui gli utenti interagiscono con oggetti fisici e virtuali. Structure Sensor è anche dotato di alcuni sensori posizionali di tracking inside-out che consentono di muoversi liberamente all’interno dello spazio AR/VR proiettato dal visore. Questo significa che non è più necessario tracciare la stanza con altri sensori e fotocamere.

Un visore unico

Bridge è un visore unico nel suo genere
Bridge è un visore unico nel suo genere

Bridge è un visore unico. È il primo dispositivo così performante nella realtà mista che non ha bisogno di un potente PC desktop di supporto o di telecamere esterne. Può interagire con la realtà e modificare le immagini mostrare usando unicamente i sensori presenti all’interno e all’esterno del visore. Un aspetto che permette all’utente di muoversi comodamente all’interno di una stanza o di un luogo senza pericoli. E questa funzionalità rende il visore molto appetibile per i videogame. Non ha solo pregi ed essendo il primo nel suo genere presenta anche alcuni difetti. Chi lo ha provato ha assicurato che dopo alcuni minuti può insorgere la nausea, in più sfruttando lo schermo dell’iPhone la risoluzione si abbassa a 640 x 480 calcolando la visione binoculare.

A cosa servirà l’suo di visori come Bridge?

Le applicazioni presenti in BridgeFonte foto: Bridge
Le applicazioni presenti in Bridge

Quale sarà in futuro l’uso intensivo di visori per la realtà mista? Il primo pensiero è per il gaming ma Jeff Powers, CEO di Occipital ha altri progetti per il suo dispositivo: “La base dei videogames è ricreare mondi diversi dal nostro, non so quanto gli sviluppatori vogliamo ideare un gioco che parte dalla realtà comune dei giocatori. È possibile che progetti così abbiano poco appeal”. Il prossimo futuro pronosticato da Occipital per Bridge è nella scelta degli interni e degli arredamenti. Usando il visore, infatti, si potranno modificare i propri mobili con quelli desiderati e vedere l’effetto finale. Cambiare la propria cucina o il divano sapendo come starà nella vostra abitazione ancora prima di comprarli.

Prezzo e data di lancio

Si allaccia al capo con una cinghia e possiamo usare i comandi del visore grazie a un piccolo telecomando Bluetooth, così come avviene nei Google DayDream. Entrerà in mercato dalla prossima settimana per un prezzo di poco inferiore ai 500 dollari. Ma verranno rilasciate solo poche centinaia di dispositivi. Occipital vuole testare il prodotto prima di aprirlo a un pubblico più ampio. Mentre a marzo 2017 l’azienda allargherà il numero di visori prodotti e il prezzo scenderà a 399 dollari. Il dispositivo sarà in vendita sul sito del produttore e sarà possibile acquistarlo anche in Europa.

Ti raccomandiamo