TECH NEWS

Jarvis, l'intelligenza artificiale di casa Zuckerberg

Utilizzando l’assistente digitale AI, l’ideatore del social network può conoscere gli impegni lavorativi, insegnare alla figlia il Mandarino e anche vestirsi

Il fondatore di Facebook Mark Zuckerberg a gennaio scorso aveva annunciato che stava lavorando a un sistema di intelligenza artificiale per la sua casa. Dopo quasi un anno di sperimentazioni, la tecnologia smart è pronta.

Per presentare Jarvis, questo il nome che il padre del social network più usato al mondo ha dato all’assistente digitale, Zuckerberg non poteva che usare Facebook dove ha postato un video che illustra il funzionamento del sistema AI. Come è possibile vedere nelle immagini, Jarvis sarebbe in grado di svolgere numerose attività. Per esempio, appena alzati si può usare il sistema per controllare gli appuntamenti lavorativi giornalieri e per conoscere le previsioni del tempo. Jarvis poi sarebbe anche capace di preparare la colazione e di lanciare da un tubo magliette pulite e pronte per essere indossate. Insomma, la tecnologia intelligente di casa Zuckerberg ha delle caratteristiche davvero sorprendenti.

Come funziona Jarvis

Da quanto si intuisce dalle immagini, Jarvis funziona grazie a un sistema di intelligenza artificiale attivabile direttamente dallo smartphone. Come afferma Zuckerberg, l’assistente digitale è in grado di imparare e capire cosa fare in autonomia. Nel video si vede, infatti, Jarvis comunicare al fondatore di Facebook che la figlia si è svegliata. Un’altra caratteristica interessante di Jarvis è la capacità di riconoscere le persone alla porta e di farle entrare automaticamente. Il sistema si controlla attraverso la voce, ma i comandi possono essere impartiti anche tramite un semplice sms utilizzando l’apposita applicazione che il fondatore di Facebook ha realizzato.

Zuckerberg vorrebbe aprire il suo assistente digitale anche agli utenti. In coda al video, infatti, invita i suoi contatti a suggerirgli nuove funzionalità che poi proverà a sviluppare.

 

 Il video in apertura è tratto da Facebook

Alcuni video presenti in questa sezione sono stati presi da internet, quindi valutati di pubblico dominio. Se i soggetti presenti in questi video o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, basterà fare richiesta di rimozione inviando una mail a: team_video@libero.it. Provvederemo alla cancellazione del video nel minor tempo possibile.

Ti raccomandiamo