browser Fonte foto: Shutterstock
HOW TO

Come impedire ai browser di tracciare la nostra posizione

Una guida veloce e intuitiva per evitare che i vari siti web possano monitorare la nostra posizione durante la navigazione in Internet

Con la scusa di migliorare l’esperienza finale dell’utente molti siti richiedono l’autorizzazione per monitorare la posizione. Se siete stufi di gestire queste notifiche e per la vostra privacy volete che nessuna sappia la vostra posizione ecco dei semplici trucchi per evitare che qualcuno tracci la vostra navigazione.

Per disattivare dal le richieste di autorizzazioni per il monitoraggio della posizione bisogna agire direttamente nelle impostazioni del browser che usiamo solitamente. In questo modo non verremo più tartassati durante la nostra navigazione dalle continue notifiche che ci chiedono di inviare il luogo preciso nel quale ci troviamo. Farlo è abbastanza semplice, e in molti browser il procedimento è anche simile. Per evitare di sbagliare e non riuscire nell’intento però vi mostreremo come bloccare il tracciamento della posizione sui vari browser più utilizzati.

Google Chrome

Su Chrome il procedimento è molto semplice. Per prima cosa andiamo sul menu, ovvero l’icona con i tre pallini verticali presente in alto sulla destra. A questo punto clicchiamo sulla voce Impostazioni. Una volta aperta la pagina scorriamola tutta e clicchiamo sull’ultima voce “Impostazioni avanzate”. Fatto questo si aprirà un nuovo menu e andiamo sulla prima voce “Privacy”. Qui clicchiamo sulla dicitura Impostazioni Contenuti. Si aprirà un menu a pop-up, scorriamo fino alla voce Posizione. Qui abbiamo tre scelte: “Consenti a tutti i siti di monitorare la tua posizione fisica”, “Chiedi quando un sito tenta di monitorare la tua posizione fisica” e “Non consentire ad alcun sito di monitorare la tua posizione fisica”. Ovviamente per il nostro obiettivo basta cliccare sull’ultima voce.

Mozilla Firefox

Su Firefox il procedimento è meno intuitivo ma non complicato. Per riuscirci dobbiamo digitare “about:config” nella barra degli indirizzi. Una volta fatto verremo avvisati che questo provvedimento potrebbe “Invalidare la nostra sicurezza”, non preoccupiamoci e clicchiamo sulla voce “sono consapevole dei rischi”. Nella pagina che si aprirà inseriamo la dicitura “geo.enabled” nella barra di ricerca in alto. Facciamo doppio click sulla voce geo.enabled che apparirà e avremo disattivato le notifiche e le richieste per la posizione.

Opera

Su Opera il procedimento è molto facile e rapido. Andiamo nel menu, che si trova in alto a sinistra. E a questo punto scegliamo la voce Impostazioni. Fatto questo si aprirà una pagina con diverse sezioni e clicchiamo sulla voce “Siti Web”. Apparirà un menu dove dobbiamo cliccare sulla voce “Posizione”. A questo punto basta cliccare sulla voce “Non consentire ad alcun sito di monitorare la mia posizione fisica” e il gioco è fatto.

Microsoft Edge

Come ogni app Microsoft, le impostazioni di Edge non possono essere modificate dal suo interno ma dovremo andare alle impostazioni generali di Windows 10. Niente paura, questo non allunga il procedimento anzi lo semplifica. Andiamo alle Impostazioni direttamente dalla barra di ricerca del nostro computer, selezioniamo Privacy e poi Posizione. A questo punto nel menu  troveremo la voce “Scegli le applicazioni che possono utilizzare la posizione precisa”. Accanto a Microsoft Edge portiamo l’indicatore sulla voce Off. E il gioco è fatto.

Safari

Se utilizziamo Safari il procedimento da compiere durerà solo pochi secondi, il tempo di effettuare tre click. Per prima cosa andiamo alle impostazioni del Browser, quindi selezioniamo la voce Impostazioni. A questo punto apparirà il menu apposito e noi dobbiamo scorrere fino alla voce privacy. Qui nel menu andiamo alla voce Uso dei servizi di locazione per i siti web, e selezioniamo con una spunta la dicitura “Nega senza chiedere conferme”. E anche in questo caso avremo raggiunto il nostro obiettivo.

Ti raccomandiamo