tor project Fonte foto: Shutterstock
SICUREZZA INFORMATICA

Come migliorare la sicurezza del proprio smartphone Android con Tor

Il noto sistema di comunicazione anonima ha creato un prototipo per Nexus e Google Pixel in grado di salvaguardare a fondo la privacy e i dati sensibili degli utenti

Il futuro degli smartphone è a un bivio. Da una parte gli sviluppi tecnologici portano a continue innovazioni. Dall’altra ogni nostro gesto lascia una traccia in Rete e mina la privacy degli utenti. Ecco allora che Tor ha pensato a un nuovo sistema per smartphone per difendere i propri dati personali.

La piattaforma Tor su Android. Tor è un noto sistema di comunicazione anonima su Internet. Uno sviluppatore di questo software, Mike Perry, ha fatto sapere che l’azienda ha realizzato un prototipo per mobile in grado di mostrare come uno smartphone Android possa essere molto più sicuro rispetto a quelli che usiamo attualmente. Il nome del prototipo è “Missione Improbabile”. Esso utilizza come sistema operativo Copperhead, che rende molto più sicura la privacy dell’utente. E usa anche OrWall, un firewall Android che gestisce tutto il traffico attraverso Tor. L’azienda non ha intenzione di creare un proprio dispositivo ma appoggiarsi a realtà già esistenti.

Tor sui nuovi Google Pixel

Per scoprire come difendere il proprio smartphone dall'attacco degli hacker, basta premere sull'immagineFonte foto: Shutterstock
Per scoprire come difendere il proprio smartphone dall’attacco degli hacker, basta premere sull’immagine

Il prototipo attualmente funziona solo con Nexus e sui nuovi Google Pixel. Poiché questi sono gli unici dispositivi in commercio compatibili con il sistema. Anche se gli sviluppatori hanno fatto sapere che questo è solo un primo passo e il loro obiettivo è quello di espandere questo sistema di sicurezza per la privacy a gran parte degli smartphone attualmente sul mercato. Perry ha fatto sapere che lo scopo è quello di far capire alla gente che è possibile creare anche uno smartphone che non metta a repentaglio la nostra libertà quotidianamente. Per ora però il prototipo “Missione Improbabile” non può essere usato dalla maggior parte dei proprietari di smartphone, Perry afferma che per poterlo installare con successo e per usarlo al massimo delle sue potenzialità è necessario avere un’ottima conoscenza di Linux. Se si hanno le competenze, è possibile scaricare il file “Missione Improbabile” via GitHub.

Ti raccomandiamo