pulizia-computer Fonte foto: Shutterstock
HOW TO

Come pulire il computer, dal monitor alla tastiera

Ecco sei consigli per pulire al meglio il proprio computer evitando di comprare prodotti costosi e aumentando la vita del dispositivo

Gli hacker sono il primo nemico dei computer, ma la polvere è sicuramente al secondo posto. La sporcizia si sedimenta in maniera incredibilmente veloce sui nostri PC e può portare anche a dei danni alle componenti hardware oltre che a delle allergie.

Tenere il computer pulito è uno dei primi compiti da svolgere per garantire una lunga vita al nostro dispositivo. La polvere può rovinare, infatti, diverse componenti del PC. La sporcizia accumulata sotto la tastiera, per fare un esempio, può rovinare alcuni tasti, che andranno quindi sostituiti o non funzioneranno più. Mentre la polvere in eccesso può danneggiare la ventola e quindi mettere a repentaglio la vita stessa del computer, ma anche creare dei danni minori allo schermo. Ecco come pulire efficacemente ogni componente del computer, dallo schermo fino alla tastiera

Pulire lo schermo

Per rimuovere la polvere dallo schermo, spesso le persone usano degli asciugamani ruvidi o dei panni di carta. Niente di più sbagliato perché questi, oltre che rischiare di graffiare lo schermo, lasciano dei pelucchi che cadono e si depositano sotto la tastiera. E possono causare a lungo andare dei danni ai tasti e al touchpad. Il consiglio, dunque, è quello di usare solamente dei panni in microfibra per pulire lo schermo del vostro computer. Non lasciano segni e non fanno cadere pelucchi sulla tastiera. E, aspetto, ancora più importante non graffiano lo schermo.

Prodotti chimici banditi

Pulire il PC con dei prodotti chimici è sempre sconsigliato. L’alcool, l’ammoniaca o l’acetone possono danneggiare il dispositivo e soprattutto rovinare le componenti in plastica. I prodotti chimici, inoltre, tolgono la vernice dai tasti e rischiano di rovinare gli schermi, specie quelli con l’anti-riflesso. Il liquido perfetto per pulire il computer si può fare in casa. Basta un po’ di acqua e dell’aceto bianco. Mischiamo in un bicchiere questi due prodotti in parti uguali e inumidiamo leggermente il panno prima di pulire il PC. Attenzione, non immergere il panno ma solo inumidirlo.

Addio ai graffi

Il dentifricio può essere perfetto per sbarazzarsi di alcuni graffi di troppo. Ovviamente ci sono delle accortezze da prendere. Evitiamo di usare troppo prodotto su un unico graffio e poi non utilizziamo dentifrici con particelle o sbiancanti che in realtà possono danneggiare il dispositivo invece che aiutare nella riparazione. Applichiamo il dentifricio direttamente sul graffio e poi puliamo con un panno in microfibra. E il gioco è fatto.

Addio alla polvere

Per rimuovere la polvere, i capelli e lo sporco niente è meglio di un asciugacapelli. Con questo sistema è possibile pulire la tastiera, le parti della ventola e se siamo bravi ad aprire il nostro computer anche le varie parti interne. Anche qui due consigli sono fondamentali. Utilizziamo solo l’aria fredda ed evitiamo di soffiare sul computer alla massima potenza.

Lo sporco ostinato

Per soffiare via la polvere dai luoghi difficili da raggiungere è possibile utilizzare una siringa vuota oppure una classica peretta. Questo sistema è conveniente per soffiare via la polvere dai posti come radiatori e ventole. Se abbiamo delle aspirapolveri con appositi beccucci potremo utilizzarli. Sempre tenendo una potenza medio-bassa per evitare dei danni.

Pulire la tastiera e il mouse

Come fare per pulire lo sporco infilato sotto la tastiera o nelle fessure del mouse? Niente di più semplice. Prendiamo nuovamente il prodotto di acqua e aceto bianco che abbiamo fatto in casa e bagniamo un piccolo panna in microfibra. Prendiamo quindi un coltello e avvogliamolo con il panno. Con la punta del coltello passiamo tra le fessure del mouse e dei tasti. In questo modo puliremo anche gli angoli più nascosti del nostro computer.

Ti raccomandiamo