tablet-scegliere Fonte foto: Shutterstock
HOW TO

Come scegliere il tablet

Un tablet può essere comodo per diversi motivi, dal lavoro all’intrattenimento, vediamo che caratteristiche da verificare prima di procedere all’acquisto

Avere un tablet può essere molto comodo. Esistono svariati motivi per comprarne uno, dal lavoro al divertimento. E molti comprano un tablet anche per giocare con i propri figli. Come la maggior parte dei dispositivi elettronici però scegliere non è facile.

Per prima cosa dobbiamo capire quali sono le nostre esigenze. È inutile spendere tanti soldi per un tablet che poi non sfrutteremo al massimo. Così come se ci serve per lavoro è inutile risparmiare perché non ci permetterà di svolgere in maniera efficiente i nostri compiti. Il secondo passaggio è quello di scegliere il sistema operativo preferito. Android e iOS dominano la scena ma ci sono anche soluzioni alternative, come i tablet 2 in 1 che montano il sistema operativo Windows. La scelta dipende soprattutto dall’utilizzo che ne dobbiamo fare: per lavoro l’iPad e i dispositivi 2 in 1 sono i migliori, mentre i tablet Android sono perfetti per vedere film, serie tv e per giocare.

Sistema operativo

La prima scelta da fare è il sistema operativo. La scelta ricade principalmente su Android, iOS e Windows.

La caratteristica principale di Android è il gran numero di applicazioni disponibili che permettono agli utenti di giocare, ascoltare la musica o di lavorare su un documento di lavoro. L’unico problema è che in molti casi non sono performanti e non riescono a sostituire i computer portatili.

iOS è sinonimo di iPad. Apple ha realizzato diverse versioni del proprio tablet che si adattano alle necessità degli utenti. Rispetto ai tablet Android sono più performanti, ma la maggior parte delle applicazioni dedicate al lavoro sono a pagamento. Per chi è alla ricerca di un dispositivo che possa sostituire il computer portatile, l’iPad è un’ottima scelta.

Windows è solitamente montato sui tablet 2 in 1, dispositivi portatili che all’occorrenza possono trasformarsi in computer aggiungendo una tastiera. Sotto il punto di vista delle performance sono i migliori, ma dipende molto dalle caratteristiche del dispositivo.

Grandezza dello schermo, processore e RAM

La grandezza dello schermo è la prima caratteristica tecnica da prendere in considerazione in un tablet. Solitamente sono disponibili dispositivi che variano tra i 7” e i 13 pollici. I tablet 13 pollici sono solitamente molto pesanti da tenere con due mani, mentre quelli da 7” sono troppo piccoli e l’esperienza d’utilizzo è molto simile agli smartphone (che generalmente hanno un display da alemno 5 pollici). A fare la differenza è anche la risoluzione. Anche questa scelta dipende dalle vostre esigenze e disponibilità di spesa: l’ideale sarebbe avere uno schermo con una rusoluzione 1920 x 1080 pixel. Per quanto riguarda il processore puntiamo almeno a un quad-core, specie se useremo il tablet per i giochi. Mentre la RAM deve essere di almeno 4GB.

Wi-Fi e connessione dati

Una delle scelte fondamentali da prendere, che cambieranno anche il prezzo finale, è quella tra un tablet con solo connessione Wi-Fi e un dispositivo che supporti anche la scheda SIM. Anche qui dipende da noi. Se usiamo per lavoro il dispositivo fuori di casa è normale optare per un tablet che supporti la scheda SIM. Se invece utilizzeremo il tablet dentro casa, per giocare o guardare un film, allora basterà il Wi-Fi.

Batteria, spazio di archiviazione e connettività

Solitamente la batteria del tablet è molto più potente rispetto a quella dello smartphone. Ma anche qui bisogna fare attenzione. Si dovrà optare per un tablet che abbia una batteria di almeno 6000 mAh, se non superiore. Solo in questo modo l’autonomia potrà essere superiore alle 7-8 ore di utilizzo. Per quanto riguarda l’iPad la questione è leggermente differente: l’ottimizzazione tra sistema operativo e hardware permette di utilizzare una batteria anche meno potente.

Per quanto riguarda lo spazio di archiviazione, si dovrà scegliere un tablet con almeno 32GB di memoria interna, se non addirittura superiore. In alternativa si dovrà optare per un tablet che supporti le schede microSD.

Attenzione alla connettività. Porte USB e micro USB sono fondamentali. Così come il Bluetooth, specie se pensiamo di associare una tastiera. Interessante anche una porta MicroHDMI.

Ti raccomandiamo