trova Fonte foto: Apple
APPLE

Come trovare iPhone spento grazie a Trova il mio iPhone

Grazie a una nuova funzionalità, l'app potrebbe consentire di localizzare anche dispositivi spenti, scarichi o disattivati. Ancora lontana l'implementazione

Tra le app più apprezzate dagli utenti della mela morsicata, Trova il mio iPhone si è più volte rivelata decisiva nella ricerca di iPhone smarriti o iPhone rubati. Stando ad alcune indiscrezioni in arrivo dall’altra parte dell’oceano, l’app si appresta a diventare ancora più utile di quanto già lo sia.

Secondo i soliti ben informati, infatti, Trova il mio iPhone potrebbe ben presto diventare utilizzabile anche in caso di telefono spento, scarico o “morto”. L’indiscrezione, bisogna fare bene attenzione, è tutt’altro che campata per aria o su semplici supposizione: alcuni giornalisti, infatti, hanno scovato un recente brevetto a firma Apple che porta esattamente in questa direzione. Ciò vorrebbe dire che un utente che ha smarrito il proprio melafonino o che teme che il suo iPhone sia stato rubato non avrà nulla da temere: anche se il dispositivo viene tenuto spento per “motivi precauzionali” da qualcuno che l’ha trovato, si potrà sempre risalire alla sua posizione.

Come funziona Trova il mio iPhone

Come tutti sapranno, Trova il mio iPhone sfrutta il modulo GPS dello smartphone made in Cupertino per localizzarlo nel momento del bisogno: sarà sufficiente accedere a iCloud con il proprio profilo e cliccare sull’icona del servizio per lanciare la ricerca. Oltre alla funzionalità da “segugio”, Trova il mio iPhone consente di bloccare da remoto il dispositivo mobile e di cancellarne, con un solo click, tutto il contenuto.

iPhone smarritoFonte foto: Pixabay
iPhone smarrito

Stando a quanto si legge nel recente brevetto, Apple punta ad aggiungere nuove funzionalità a Trova il mio iPhone. In particolare, i dispositivi iOS dovrebbero “mettere da parte” una piccolissima frazione della loro energia per essere riattivabili a distanza per alcuni istanti e collegarsi alla rete GPS per inviare le loro coordinate geografiche. Al momento, però, si tratta di una funzionalità in fase di sviluppo e non è ancora dato sapere se e quando sarà implementata.

Ti raccomandiamo