telegram Fonte foto: Denys Prykhodov / Shutterstock.com
APP

Come usare le nuove chiamate vocali criptate di Telegram

Telegram ha scelto l'Europa, quindi anche l'Italia, per dare il via alle sue "Voice Call": il resto del mondo, per una volta, deve aspettare il suo turno

30 Marzo 2017 - Telegram – come si legge sul suo blog ufficiale – ha lavorato molto negli ultimi mesi affinché le sue chiamate vocali fossero le migliori in termini di qualità audio, velocità e sicurezza. Puntando, anche, sull’appoggio di un sistema di intelligenza artificiale. L’interfaccia è familiare e semplice da usare e non stravolge assolutamente il programma.

Tutta la tecnologia alla base delle chiamate vocali è nascosta sotto il “cofano”. Il primo termine usato da Telegram per descrivere questa nuova importante funzione è “sicurezza” che, in altri termini, si traduce in un sistema di crittografia end-to-end già in uso per le chat segrete. L’interfaccia utente con chiave di verifica fu introdotta nel 2013 come protezione contro gli attacchi man-in-the-middle che presero di mira il servizio ma Telegram, per le chiamate vocali, voleva qualcosa di più semplice e immediato. Analizziamo nel dettaglio, punto per punto, le caratteristiche tecniche messe in campo da Telegram.

Sicurezza, velocità e qualità audio cristallina

Il primo punto su cui Telegram ha focalizzato la propria attenzione è, quindi, la sicurezza delle comunicazioni. Ed ecco la soluzione: Telegram ha migliorato il meccanismo per lo scambio delle chiavi. Voi e il vostro destinatario – per assicuravi che la chiamata sia al 100% sicura – non dovete fare altro che confrontare quattro emoji al telefono. Nessun codice impossibile da ricordare o immagini complesse. La seconda caratteristica delle chiamate vocali è la “velocità“. Quando possibile, le chiamate viaggeranno tramite una connessione peer-to-peer, utilizzando i migliori codec audio per salvare il traffico senza scendere a compromessi sulla qualità della comunicazione. Telegram, se non è possibile stabilire una connessione P2P, utilizzerà il server a voi più vicino per collegarvi con la persona che state chiamando nel modo più veloce possibile. L’applicazione, a differenza di altre può fare affidamento su un’infrastruttura distribuita in tutto il mondo già ampiamente collaudata per i test. Ora questi server saranno utilizzati anche per le chiamate audio. Telegram, nei prossimi mesi, espanderà ulteriormente questa rete di distribuzione di contenuti in tutto il mondo.

telegram-call-01Fonte foto: Telegram
Telegram ha introdotto un nuovo meccanismo per lo scambio delle chiavi di autenticazione

 

Telegram e l’intelligenza artificiale

Ogni volta che effettuate una chiamata vocale su Telegram, una rete neurale apprende dal vostro feedback e da quello del dispositivo. Il sistema vi garantisce il massimo livello di privacy: nessun accesso ai contenuti delle conversazioni, ma solo a informazioni tecniche come la velocità della rete, tempi di ping e percentuale di perdita di pacchetti. Tutti parametri che servono per migliorare costantemente la qualità delle chiamate su un dato dispositivo e rete. Questi parametri possono essere regolati anche durante una conversazione se si verifica un cambiamento nella vostra connessione. Telegram si adatterà per offrirvi un’ottima qualità audio su una rete WiFi stabile – o utilizzerà meno dati quando vi trovate in una zona con scarsa ricezione.

telegram-call-02Fonte foto: Telegram
Telegram non accede ai contenuti delle conversazioni, ma solo a informazioni tecniche come la velocità della rete, tempi di ping e percentuale di perdita di pacchetti per migliorare il servizio

 

Telegram vi offre il controllo completo

Telegram – se non vi piace essere disturbati a sproposito – consente di decidere chi può e chi non si può chiamarvi. È anche possibile disattivare completamente le chiamate vocali, bloccando tutti. Le chiamate di Telegram – per impostazione predefinita – sono leggere e si adattano automaticamente alla velocità e al tipo di connessione, in modo da consumare meno i dati possibili. Ma se volete ulteriormente risparmiare sulla connessione dati di un altro 25-30%, a discapito della qualità del suono, potete attivare l’opzione Use Less Data che trovate in Storage Settings > Data.

telegram-call-03Fonte foto: Telegram
Potete decidere chi può e chi non si può chiamarvi

Un’ultima novità…

Chi non fosse interessato alle chiamate vocale, per vari motivi, la versione di Telegram 3.18 riserva anche a loro una novità: un controllo diretto sulla qualità dei video che si condivide. Il programma consente, in pratica, di impostare il grado di compressione prima di inviare un filmato. E, per la prima volta in un’applicazione di messaggistica, è possibile visualizzare in anteprima come il destinatario vedrà il video prima di inviarlo. Telegram ricorderà l’impostazione di compressione selezionato e lo utilizzerà per impostazione predefinita per il caricamento dei video futuri.

Ti raccomandiamo