SMART EVOLUTION

I tatoo temporanei in lamina d'oro per controllare lo smartphone

Sembrano dei tatuaggi, invece, sono dei “dispositivi cutanei” per gestire computer e dispositivi portatili senza rinunciare a un tocco di glamoor

24 Dicembre 2016 - L’idea dei DuoSkin arriva da un team di studenti del MIT Media Lab, in collaborazione con Microsoft Research, nasce dal mondo dell’estetica – e in particolare al crescente trend dei tatoo in lega metallica, ma trasformandoli da un oggetto prettamente decorativo in un vero centro di controllo applicato sulla pelle.

L’obiettivo dei ricercatori è di creare un sistema economico e alla potata di tutti per produrre un originale metodo di input interattivo usando, al posto del solito hardware, questo tipo di ornamento oggi di gran moda. Il segreto sta tutto nei componenti e nella tecnica di realizzazione. Gli scienziati hanno usato delle foglie d’oro – quelle utilizzate per rivestire le cornici dei quadri e per incartare i dolci – che, a quanto pare, sono dotate della giusta consistenza e proprietà conduttiva che consente di realizzare dei piccoli circuiti che, una volta collegati a dei componenti elettronici sono in grado di eseguire diverse funzioni.

L’elettronica cambia look

A prima vista sembrano dei normali tatuaggi in metallo, ma in realtà rappresentano una novità non da poco. I ricercatori del MIT hanno, innanzitutto, studiato la tecnologia di produzione che si compone in tre step. Il primo passaggio consiste della progettazione del design del circuito usando un programma di grafica, seguito dalla realizzazione del tatuaggio che prevede la creazione dello stampo del circuito, l’applicazione della foglia d’oro che funge da conduttore e l’assemblaggio dei componenti elettronici. L’ultimo step è l’applicazione di questo originale ornamento hi-tech sulla pelle dell’utente tramite un processo di trasferimento a base d’acqua.

DuoSkin-MITMediaLab 02Fonte foto: DuoSkin | MIT Media Lab
Gli ingegneri del MIT Media Lab hanno sviluppato tre prototipi di DuoSkin. Il primo a sinistra cambia colore per rilevare la temperatura della pelle, o mostrare le proprie emozioni, e il secondo a destra per controllare dispositivi portatili come gli smartphone. Il terzo è una sorta di trackpad.

Tecnologia bella da vedere

Gli ingegneri del MIT Media Lab hanno, al momento, sviluppato tre prototipi di DuoSkin. Uno che trasforma la pelle in una sorta di trackpad per controllare dispositivi portatili come gli smartphone. Un altro che cambia colore per rilevare la temperatura della pelle, o mostrare le proprie emozioni, e l’ultimo per archiviare dei dati. Tutti comunicano con i device in modalità wireless tramite un tag NFC. La tecnologia è ancora agli inizi, ma è riuscita a far sparire dalla vista quegli orribili scatolotti che contengono l’hardware principale in una tasca o all’interno di una borsetta.

Ti raccomandiamo