TECH NEWS

HandEnergy produce energia pulita dal polso. Foto e video

HandEnergy è un'innovativa batteria che produrre energia elettrica sfruttando i movimenti del polso dell'utente. Il progetto cerca finanziamenti su Kickstarter

HandEnergy è una batteria che genera energia pulita con la forza del proprio corpo. Si tratta, in pratica, di una sfera dotata di un rotore magnetico che produce potenza meccanica e che poi trasforma in corrente elettrica immagazzinandola nelle batterie integrate.

HandEnergy è piuttosto semplice da usare un po’ come una Powerball. Bisogna, innanzitutto, avvolgere l’anello per avviare la rotazione. Una volta che inizia a ruotare trasmette un impulso al rotore, ma per tenerlo in movimento è necessario muovere il polso per continuare a farla girare. Non arriva alla velocità di una Powerball professionale di circa 15.000 rotazioni al minuto, HandEnergy si ferma a 5.000 RPM che sono più che sufficienti per ricaricare la batteria interna. Il vantaggio di HandEnergy è quello di avere sempre con sé una batteria amica dell’ambiente che, al tempo stesso, permette di allenare i muscoli dei polsi, soprattutto per chi passa molte ore al computer.

Energia pulita fai-da-te

(Tratto da Kickstarter)

HandEnergy è davvero un’idea innovativa, ecologica e, perché no, anche divertente in cerca di fondi su KickStater. La batteria è un dispositivo sferico dalle dimensioni molto compatte (70,7 x 72,8 mm) e abbastanza leggero (380 grammi) che può essere facilmente trasportata ovunque. È dotato, come accennato, di un sistema che avvia automaticamente la rotazione, un connettore USB (5V 1A) per collegare praticamente tutti i dispositivi e la batteria con capacità di 1000 mAh. Un indicatore mostra, inoltre, il livello della batteria, mentre il Bluetooth consente di collegarlo a un’applicazione che fornisce varie informazioni sulle vostre “prestazioni” da condividere con la comunità HandEnergy. È anche possibile competere con gli altri utenti per scoprire chi sta maggiormente riducendo l’uso dei combustibili fossili.

Tempi di ricarica

La batteria HandEnergy, infatti, al momento si ricarica solo manualmente anche se, non è escluso che, in un prossimo futuro potrebbe anche essere ricaricata collegandola alla corrente. Ma è solo un’ipotesi che l’azienda sta discutendo con la sua ancora piccola community. Ma veniamo al sodo: quanto tempo serve per ricaricare HandEnergy? Per caricare la batteria bisogna farla girare per almeno 40-60 minuti. Be.Energy, l’azienda produttrice, sostiene che non è poi un tempo così lungo, si tratta più o meno dello stesso durata di quando si collega un cellulare o un altro dispositivo alla presa della corrente. Il vantaggio è che non si inquina e si fa fare “ginnastica” alle mani.

 

Alcuni video presenti in questa sezione sono stati presi da internet, quindi valutati di pubblico dominio. Se i soggetti presenti in questi video o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, basterà fare richiesta di rimozione inviando una mail a: team_video@libero.it. Provvederemo alla cancellazione del video nel minor tempo possibile.

Ti raccomandiamo