cover-tumore Fonte foto: Mats Nilsson / Uppsala University
TECH NEWS

La cover per smartphone che combatte le mutazioni genetiche del cancro

La cover può analizzare fino a 6 campioni di tessuti tumorali e in futuro potrà essere adoperato anche per combattere l’Ebola e la tubercolosi

20 Gennaio 2017 - Smartphone e medicina ancora insieme per combattere il cancro. Un team di esperti è riuscito infatti a sviluppare un dispositivo che unito al telefonino è in grado di individuare con precisione se è in corso una mutazione genetica nel nostro DNA. Come accade per esempio in caso di tumore.

Si tratta di un potente microscopio incorporato in quella che sembra semplicemente una cover per smartphone. Ma in realtà nasconde un device che in futuro potrebbe cambiare la medicina. A differenza dei sistemi tradizionali, questi strumenti permettono infatti di ottenere delle diagnosi immediate e affidabili. Sono, inoltr,e molto pratici e meno invasivi: è come avere un laboratorio sempre a portata di mano. Non è dunque la prima volta che la scienza decide di impiegare un dispositivo per smartphone nella lotta contro il cancro. Alcune settimane fa infatti un team di scienziati della Washington State University ha realizzato un gadget per iPhone.

Il microscopio per smartphone

Tornando al nuovo dispositivo, lo studio è stato pubblicato nella nota rivista scientifica Nature Communications ed è stato realizzato da un gruppo di scienziati europei e americani. Secondo quanto sostiene il team internazionale, lo strumento è capace di analizzare la composizione del DNA, riuscendo ad individuare se all’interno dei campioni esaminati ci sono delle alterazioni genetiche. Il device, che è stato costruito usando la stampa 3D, è composto da una microscopio in grado di misurare contemporaneamente sei colonne di composti chimici. Una volta che i campioni sono analizzati, lo strumento scatena una reazione chimica che emette un segnale fluorescente per la fotocamera dello smartphone. Gli scienziati sono partiti da tessuti tumorali rimossi da alcuni pazienti malati per testare il device.

Possibili usi

Considerando la sua praticità, il device per smartphone potrà essere impiegato per effettuare delle biopsie in loco, quando, ad esempio, non si ha la possibilità di disporre degli strumenti presenti in un laboratorio tradizionale. Secondo, inoltre, le intenzioni degli scienziati, il microscopio in futuro potrà anche essere utilizzato per analizzare la resistenza di virus e batteri agli antibiotici e per individuare infezioni e malattie, come la tubercolosi e l’Ebola.

Ti raccomandiamo