SMART EVOLUTION

Dashbot, l’assistente che porta l’intelligenza artificiale in auto

Capace di inviare SMS, fornire indicazioni stradali e interagire con Spotify, sarà lanciato nel 2017 a 49 dollari. Funziona sia con Android sia con iOS

La tecnologia continua a sorprendere. La startup Next Thing Co ha realizzato il primo assistente personale AI pensato per gli automobilisti. Il dispositivo smart è in grado di gestire la libreria musicale, fornire indicazioni stradali, mandare messaggi e molto altro ancora.

Per finanziare il device, l’azienda ha lanciato una campagna di crowdfunding sul sito Kickstarter, capace di raccogliere quasi 64.000 dollari in meno di 24 ore. Dashbot, questo il nome che Next Thing Co ha dato al dispositivo, è dunque capace di assistere l’automobilista senza che quest’ultimo si preoccupi di lasciare il volante. Il sistema “alimentato” dall’intelligenza artificiale, infatti, è controllabile attraverso la voce grazie a un potente microfono integrato. Dashbot è dotato di una calamita che facilita il suo posizionamento sul cruscotto e si collega con l’automobile tramite USB o la presa dell’accendisigari da 12V. È possibile, inoltre, connettere il dispositivo allo stereo con il Bluetooth o utilizzando un jack.

Come Funziona

L’assistente personale AI si integra con molte applicazioni, come ad esempio Google Maps, Spotify,  Google Music, Apple Music, Soundcloud. Per funzionare Dashbot si sincronizza via Bluetooth allo smartphone, potendo così sfruttare la connettività mobile per le sue operazioni. Il dispositivo è compatibile sia con Android e sia con il sistema operativo di Apple.

(tratto da KickStarter)

Gli utenti, grazie a questo piccolo schermo a led, possono quindi mandare un messaggio, lanciare un brano musicale oppure chiedere a Dashbot indicazioni stradali. Il dispositivo ha, inoltre, un’open API che permette agli sviluppatori di aggiungere un supporto alle loro applicazioni. Dashbot, infatti, gira con Gadget, una delle tante distribuzioni Linux oggi disponibili.

Personalizzazione

Un’altra caratteristica interessante è data dalla possibilità di personalizzare il sistema. Usando l’apposita app, si può ad esempio cambiare il nome –  possiamo decidere di attivare Dashbot chiamandolo Computer o Co-Pilota – o la voce dell’assistente personale, scegliendo tra quelle preinstallate.

(tratto da YouTube)

Prezzo e data di uscita

Se la startup riuscirà, come è molto probabile, a raggiungere i 100.000 dollari di donazioni prima del 17 dicembre, Dashbot sarà lanciato sul mercato a partire da luglio 2017 al prezzo di 49 dollari.

 

Alcuni video presenti in questa sezione sono stati presi da internet, quindi valutati di pubblico dominio. Se i soggetti presenti in questi video o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, basterà fare richiesta di rimozione inviando una mail a: team_video@libero.it. Provvederemo alla cancellazione del video nel minor tempo possibile.

Ti raccomandiamo