SMART EVOLUTION

DJI Inspire 2, il drone che sogna di fare il regista del cinema

Il predecessore era già drone pensato per fotografia e riprese aeree cinematografiche, ma DJI Inspire 2 punta a diventare indispensabile per i registi più all'avanguardia

DJI aveva introdotto Inspire 1 nel novembre del 2014 con l’obiettivo di colmare il divario tra gli utenti “amatoriali” e i registri di Hollywood e affermarsi come leader indiscusso anche nel settore professionale. Come già lo è in quello consumer.

DJI Inspire 2 è ormai decisamente un drone di fascia altissima che punta dritto all’industria del cinema. Il design, i materiali utilizzati, i dettagli e le prestazioni sono da vero fuoriclasse. DJI ha modificato il telaio scegliendo l’accoppiata alluminio e magnesio per garantire una maggiore resistenza riducendo, al contempo, il peso. E questo gli ha dato una marcia in più: Inspire 2 è in grado di passare da 0 a 80 km all’ora in appena 4 secondi e di raggiungere una velocità massima di 108 km/h. Ma quello che sorprende di più è la sua velocità ascensionale con i suoi 9 metri al secondo.

Destinazione Hollywood

DJI Inspire 2 ha selezionato le migliori caratteristiche del suo predecessore e le ha migliorate. Non solo, ovviamente, da un punto di vista della velocità. Il quadricottero cinese, come accennato, è progettato per la fotografia, ma soprattutto per riprese aeree cinematografiche. E le videocamere devono, necessariamente essere all’altezza della situazione.

(tratto da YouTube)

Usiamo il plurale perché sono presenti due videocamere: una Zenmuse X5S con sensore 4/3 in grado di scattare foto da 20,8 Megapixel e di girare video fino a 5.2K e 30fps, in 4K a 60fps e in diversi formati, tra cui, Apple ProRes e CinemaDNG RAW. La seconda è una Zenmuse X4S da 20 Megapixel. La prima è destinata alle riprese, mentre la seconda al controllo del drone. Il DJI Inspire 2, infatti, è progettato per essere controllato da due persone, il pilota e un operatore per le riprese. E la possibilità di applicare un monitor ai telecomandi consente una maggiore liberta di ripresa eliminando la dipendenza da smartphone e affini.

Drone che punta molto in alto

DJI Inspire 2 adesso dispone di due batterie che aumentano l’autonomia fino a un massimo di 27 minuti. Il quadricottero cinese dispone, inoltre, di un sofisticato sistema anti-collisione – grazie alla presenza di una serie di sensori ottici e a infrarossi – in grado di rilevare eventuali ostacoli a 360 gradi e 30 metri di distanza. E, come accennato, l’incredibile velocità in verticale di 9 m/s è accompagnata da eliche completamente riprogettate che consentono di “svolazzare” con disinvoltura anche a notevoli altitudini e, nello specifico, girare video in alta montagna.

(tratto da YouTube)

Prezzo professionale

Il nuovo drone DJI Inspire 2, viste le caratteristiche super professionali, non è di certo a buon mercato: il prezzo parte da 2.999 dollari, pari a circa 2.800 euro, con spedizioni previste dagli inizi di gennaio del prossimo anno.

 

Alcuni video presenti in questa sezione sono stati presi da internet, quindi valutati di pubblico dominio. Se i soggetti presenti in questi video o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, basterà fare richiesta di rimozione inviando una mail a: team_video@libero.it. Provvederemo alla cancellazione del video nel minor tempo possibile.

Ti raccomandiamo