SMART EVOLUTION

Esordio per l’auto autonoma di Fiat: ecco il minivan di Google Waymo

Dopo la rinuncia al progetto di auto completamente autonoma e la presentazione di Waymo, Google continua a investire nel settore automobilistico con Fiat

Si arricchisce di un nuovo tassello la “corsa” di Google verso il rilascio di un’automobile dotata di pilota automatico. Se nella prima parte del mese di dicembre 2016 la società di Mountain View ha chiuso il capitolo “auto senza pedali né volante” e aperto quello Waymo, nella seconda parte del mese ha concretizzato la partnership con Fiat.

Le due società, con due distinti comunicati stampa, hanno annunciato di aver concluso la sperimentazione “in fabbrica” dei minivan Chrysler Pacifica a guida autonoma, che ora potranno “scendere” in strada e accumulare migliaia e migliaia di chilometri di test. L’obiettivo di Google e FCA è di creare una flotta di mezzi che sia in grado di muoversi autonomamente nel traffico cittadino e creare un servizio di car sharing alternativo a Uber. La strada, è proprio il caso di dirlo, è ancora molto lunga e il successo di questa impresa dipenderà quasi esclusivamente dai successi riportati nei prossimi mesi.

Versione modificata

Le auto ibride a guida autonoma realizzate da Fiat Chrysler in collaborazione con Google hanno ben poco a che vedere con le Chrysler Pacifica solitamente circolanti nelle strade del Nord America. Il minivan è stato sottoposto a pesanti operazioni “chirurgia plastica” affinché fosse possibile impiantare al suo interno la tecnologia e la telemetria necessaria per dotarla di pilota automatico. Chrysler ha modificato l’impianto elettrico, quello di distribuzione e parte del telaio per ospitare un vero e proprio computer, dotato di sistema operativo e software capaci di raccogliere, catalogare e analizzare le informazioni dall’ambiente esterno attraverso sensori e videocamere varie.

Ti raccomandiamo