facebook-360 Fonte foto: Facebook 360
TECH NEWS

Facebook, come fare i video in diretta a 360 gradi

I video a 360 gradi di Facebook consentianno agli utenti di effettuare delle dirette a tutto tondo e agli spettatori di visualizzare i video da più prospettive

30 Marzo 2017 - Ancora una novità in arrivo per gli utenti di Facebook. Dopo aver lanciato un’applicazione che permette di vedere foto e video in realtà virtuale, il social network di Mark Zuckerberg trasforma le dirette aggiungendo una nuova funzionalità: il live streaming a 360 gradi.

La novità conferma ancora una volta il percorso intrapreso da Facebook nell’ultimo periodo, che ha visto la società americana puntare, come dimostrano le funzionalità e le applicazioni introdotte, sui video e soprattutto sulla realtà virtuale. I live streaming a 360 gradi consentiranno agli utenti di realizzare dirette a tutto tondo e agli spettatori di guardare i video da più prospettive, immergendosi in una nuova esperienza suggestiva. Ovviamente non tutti potranno sfruttare le potenzialità di questo nuovo servizio. Per poter effettuare dei live streaming è necessario disporre degli strumenti giusti, vale a dire delle fotocamere in grado di registrare video a 360 gradi.

Come funziona il Live streaming a 360° di Facebook

Come fare video a 360 gradi su Facebook? Il primo passo, seguendo le istruzioni fornite da Facebook, è quello di collegare la fotocamera a 360 gradi sul proprio dispositivo: smartphone, tablet o computer. Il social network elenca una serie di fotocamere compatibili con il suo servizio: Nokia Ozo, Giroptic IO, Insta360 Nano, Instant 360 Air, ALLie Camera e Z CAM S1. È possibile comunque utilizzare anche altre fotocamere per effettuare le dirette a 360 gradi. A questo punto per avviare il live streaming sarà necessario scegliere un pubblico, aggiungere una descrizione e far partire la diretta.

Tutti possono assistere alle dirette

E gli spettatori? Chiunque potrà guardare il video, a patto che il dispositivo sia compatibile. Per Android, la versione base richiesta è la 4.3, mentre per Apple il sistema operativo di partenza è iOS 8. Gli utenti potranno “muoversi” all’interno dei video, grazie alle numerose prospettive offerte. Il servizio è inoltre compatibile con quasi tutti i visori per la realtà virtuale. Novità anche per l’audio, che potrà essere diversificato a seconda della scena registrata.

Ti raccomandiamo