facebook-Community-Help Fonte foto: Pixabay

Facebook lancia Community Help per aiutare gli utenti in caso di crisi

La nuova funzione di Facebook consentirà agli utenti che si trovano in un'area colpita da una calamità di chiedere aiuto ma anche di offrire supporto

8 Febbraio 2017 - Facebook, a due anni dal lancio del Safety Check – il servizio per segnalare che si sta bene in caso di catastrofi naturali o attentati terroristici – si arricchisce di un importante aggiornamento: il Community Help.

La nuova funzione, dopo mesi di test, entra ufficialmente in azione per chi cerca e offre aiuto aiuto in seguito a incidenti o calamità naturali come terremoti, alluvioni e incendi e, forse nei prossimi mesi, anche in caso di attentati terroristici. In situazioni di crisi c’è bisogno dell’aiuto di tutti e deve venire fuori il vero spirito della “Community”. Così chi è in difficoltà lancia il suo “help” e, chi è in zona, mette a disposizione le risorse di prima necessità come ospitalità, trasporti, provviste di cibo, acqua, medicinali, vestiti e quant’altro, in attesa che si mobilitino le autorità competenti e le associazioni di volontariato.

Tutti uniti nei momenti di crisi

(Tratto da comunicato stampa)

Community Help è legato a filo doppio con la funzione Safety Check. Quando Facebook riceve una conferma di crisi in corso da una delle agenzie globali competenti come, per esempio, NC4 e iJET International, il social network attiva il Safety Check e di conseguenza anche il Community Help. Compariranno quindi due voci all’interno dell’area Safety Check: Cerca Aiuto e Dai Aiuto. La prima opzione consentirà di scegliere da un elenco quello di cui si ha bisogno, per esempio, un riparo per la notte, mentre la seconda mostrerà una lista di chi mette a disposizione la propria casa o comunque una sistemazione in cui dormire. I risultati saranno visualizzati su una mappa in modo da poter individuare l’aiuto più vicino. Facebook, inoltre, darà la priorità per un determinato utente agli annunci offerti da amici e conoscenti. Se non fossero disponibili, il servizio offre una serie di consigli e suggerimenti prima accettare l’aiuto di sconosciuto. Il servizio, inoltre, non è accessibile ai minori o a chi si è appena registrato su Facebook. La funzione Community Help sarà inizialmente disponibile in alcuni paesi – Stati Uniti, Canada, India, Arabia Saudita, Australia e Nuova Zelanda – per poi essere gradualmente attivata anche in altre aree.

Community Help_okFonte foto: Facebook
Community Help, legata a doppio filo a Safety Check, permette di chiedere e fornire aiuto tramite due apposite nuove voci: Cerca Aiuto e Dai Aiuto

TAG:

Ti raccomandiamo