Facebook lancia la sfida a Netflix e prepara il suo streaming video

Guardare la vostra serie preferita o una partita di calcio su Facebook? Presto potrebbe essere possibile. Il social, infatti, nell’ultimo periodo sta puntando forte sui contenuti video e dopo l’introduzione delle dirette vuole acquisire le licenze per contenuti originali ed eventi sportivi.

Una piattaforma TV all’interno di Facebook? Orami non è più un segreto, Facebook sta lavorando per creare una piattaforma video dove inserire dei contenuti originali. Si va dalle serie tv a programmi passando per eventi sportivi e musicali. Il social ha già intrapreso i contatti con i partner mediatici per le collaborazioni, ma si tratta di un campo difficile e per questo i tempi non sono ancora certi. Da poco il social ha anche acquisito la società Vox Media per la produzione di contenuti originali dal vivo. È stato Ricky Van Veen, responsabile della strategia creativa globale della società, a rendere note, tramite comunicato, le intenzioni di Facebook nel prossimo futuro.

L’interazione e i commenti su Facebook

Per Van Veen i contenuti video esclusivi sono il naturale passo in avanti per una realtà come Facebook. E va detto che ad oggi nessuna piattaforma per la riproduzione di contenuti originali potrebbe vantare il tasso di interazione e commenti che riesce a ottenere una realtà come il social di Mark Zuckerberg.

Facebook videoFonte foto: redazione
I video assumono sempre maggiore importanza in Facebook. Scopri come impostare un video come immagine di profilo e altri trucchi Facebook cliccando sull’immagine.

Quali sono allora i principali problemi per Facebook per diventare il primo antagonista di Netflix? Innanzitutto la scarsa propensione del social a pagare in maniera significativa per gli annunci. Non è ancora chiaro quale sarà il reale guadagno per i partner se accettassero l’offerta di Facebook. E soprattutto le aziende che detengono i diritti sugli eventi sportivi sono molto restie all’idea di dover stravolgere i loro introiti attuali aprendo anche al social media. E acquisire le licenze sarà fondamentale per offrire contenuti di qualità che la concorrenza al momento già possiede. Infine sarà un problema centrare il target. Gli utenti di Facebook sono variegati come una vera comunità reale. E la domanda vera è propria è: a chi si rivolgerà questo servizio? Pensare a dei programmi vari e adatti a tutti è impossibile e dispendioso.

Ti raccomandiamo