APP

Facebook Messenger, arriva il non mi piace. Ecco come funziona

Introdotte anche le menzioni, una funzionalità che permetterà agli utenti di citare un preciso contatto all'interno delle chat di gruppo

24 Marzo 2017 - È proprio il caso di dire che Facebook Messenger cambia ancora una volta faccia. O meglio, ne introduce qualcuna in più. L’app di messaggistica di Mark Zuckerberg ha appena presentato due interessanti novità. E una di queste è la comparsa delle reaction, le famose faccine già lanciate sul social network.

L’altra novità invece riguarda le menzioni, una feature che permetterà agli utenti di indirizzare un commento – utile nelle chat di gruppo – direttamente a una persona specifica. Novità che, secondo quanto scrive Facebook nel blogpost in cui vengono illustrate le due funzionalità, miglioreranno e renderanno le conversazioni ancor più divertenti. Come funzionano? Partiamo con le reazioni. Per poter rispondere attraverso una delle emoji sarà sufficiente tenere premuto il messaggio ricevuto dal contatto per alcuni secondi e scegliere una faccina. Tra le varie reaction, una assoluta novità è rappresentata dalla presenza anche del “non mi piace”.

Come visualizzare le reazioni

E per vedere quante e quali reazioni ha ottenuto il messaggio? Esattamente come avviene con la funzionalità presente sul social network, le icone saranno visibili in basso al commento. Cliccando poi sulle faccine, si aprirà una piccola finestra in cui potremo visualizzare chi tra i nostri contatti ha lasciato una determinata reaction. Ogni volta che un utente riceverà una reaction al proprio messaggio, su Messenger apparirà una piccola animazione. Se si sta guardando la conversazione. Se invece non si ha l’applicazione aperta, Messenger invierà una notifica in cui sarà possibile visualizzare il tipo di emoji lasciata da un contatto. La funzionalità si può utilizzare non solo nelle chat di gruppo, ma anche in quelle singole.

Come funzionano le menzioni

Passiamo ora alle menzioni. Come le reazioni, in parte questa funzionalità era già stata lanciata su Facebook. La feature consentirà agli utenti di citare qualcuno in una conversazione di gruppo. Sarà sufficiente digitare “@” prima del nome della persona e scrivere il messaggio. L’utente “menzionato”, e solo lui, riceverà una notifica in cui ci sarà scritto il nome del contatto che l’ha citato. Il messaggio comunque sarà visibile a tutti gli altri contatti. La funzionalità potrà essere disattivata in qualsiasi momento.

E non è tutto. Le due nuove funzionalità sono state introdotte anche Work Chat in Workplace, la piattaforma di Facebook dedicata al mondo del lavoro.

Ti raccomandiamo