baacheca facebook Fonte foto: Jakraphong Photography / Shutterstock.com
APP

Facebook testa una bacheca secondaria su smartphone

Spiegato il significato della nuova icona a forma di razzo presente da poco su Facebook: indica una bacheca personale creata partendo dai nostri interessi

30 Marzo 2017 - Facebook e le sue Storie hanno condizionato l’attenzione degli utenti del social negli ultimi giorni. Anche se alcuni tra i fruitori più accorti hanno notato una nuova icona a forma di razzo che può trovarsi sia in alto che in basso su News Feed. Ed è presente sia su iOS che su Android. A cosa serve la nuova icona?

L’icona razzo è l’ultimo tentativo pensato da Facebook per proporre una bacheca alternativa ai suoi utenti da smartphone dove saranno convogliati tutti quei post, video, foto e notizie considerati come più importanti e che non abbiamo ancora letto. Ovviamente i vari post presenti dipenderanno dai nostri interessi e da quello che guardiamo con più attenzione all’interno del social. Soprattutto in base alle pagine che ci piacciono e che seguiamo. Ma ci saranno anche contenuti popolari tra i nostri amici e, soprattutto per i video, quelli più visti nell’ultimo periodo in Rete.

Bacheca personalizzata su Facebook

Non si tratta di una novità assoluta, Facebook aveva già testato recentemente la bacheca secondaria, però l’icona usata in quel caso era diversa (un piccolo quadrato). Inoltre, la funzione fu limitata solo agli utenti che utilizzano l’applicazione beta di Android. In questo caso, invece, l’icona a forma di razzo è presente sia su iOS che su Android. Facebook in questo modo vuole creare una bacheca più utile per l’utente. La bacheca classica può annoiare in alcuni casi l’utente, perché può capitare che non piaccia ciò che postano gli amici o le pagine seguite in quel momento. In questo modo, invece, saranno gli interessi stessi dell’utente a generare la bacheca che di conseguenza sarà più interessante. Va ricordato che nel 2012, sempre in questa direzione, Facebook aveva aggiunto la funzione “Interessi” ma non aveva avuto un grande successo. Stesso fallimento anche per l’app mobile Rooms. Che non ha mai generato grande interesse. Ora questa nuova funzione potrebbe rappresentare una svolta perché va a toccare gli interessi più intimi di una persona.

Ti raccomandiamo