auto-connessa Fonte foto: Shutterstock
PMI E INDUSTRIA 4.0

FCA: 150 milioni di investimenti per l'auto connessa

FCA sigla un accordo con il Ministero dello Sviluppo Economico che prevede lo stanziamento di finanziamenti in ricerca e sviluppo

Continua il percorso di ammodernamento avviato da FCA (Fiat Chrysler Automobiles) nei propri stabilimenti, sempre più orientati verso l’adozione dei nuovi sistemi produttivi dell’Industria 4.0. Dopo la partnership stipulata con Alfa Romeo e Samsung, il gruppo automobilistico investe altri soldi in ricerca e sperimentazione tecnologica.

FCA e il Ministero per lo Sviluppo Economico hanno raggiunto, infatti, un accordo che prevede lo stanziamento di 150 milioni di euro – 30 milioni saranno finanziati dal Fondo per la crescita sostenibile del Mise – che serviranno a rilanciare il comparto automobilistico italiano. Il protocollo è stato siglato anche dalle regioni Piemonte, Abruzzo, Campania e dalla Provincia Autonoma di Trento. Gli investimenti punteranno allo sviluppo e alla sperimentazione tecnologica di quattro aree produttive e coinvolgeranno gli impianti di Torino, Orbassano, Pomigliano d’Arco e la linea di Trento.

Le 4 aree di investimento

In particolare, negli stabilimenti di Torino e Orbassano, secondo quanto si apprende, i finanziamenti saranno utilizzati per migliorare le tecnologie che riguardano l’efficienza dei motori e lo sviluppo di sistemi ibridi. A Pomigliano d’Arco, invece, il gruppo automobilistico italiano si concentrerà sul veicolo connesso geolocalizzato, attraverso l’implementazione di nuove tecnologie di comunicazione sicure e a prova di hacker. Saranno sperimentati modelli di comunicazione veloci che ruoteranno attorno allo standard 5G e saranno sviluppati nuovi sistemi di guida autonoma. A Trento, infine, l’intesa prevede la realizzazione di un processo di sviluppo prodotto e tecnologico completamente digitalizzato.

Ti raccomandiamo