fitbit Fonte foto: Fitbit
TECH NEWS

Fitbit acquista Pebble ma è interessata solo al software

Nuovi dettagli sull'acquisizione di Pebble da parte di Fitbit: il motivo sarebbero il software e la proprietà intellettuale dell'ex competitor e non i prodotti

Il software di Pebble, ha dichiarato Fitbit, rafforzerebbe la sua posizione nel settore dei dispositivi indossabili. Fitbit ha recentemente acquistato Pebble, ormai in forte difficoltà economica e subissata da forti debiti.

L’avventura di Pebble era iniziata come un progetto di crowdfunding nel 2012 e aveva raccolto più di 10 milioni in una campagna su Kickstarter. È stata, tra l’altro, una delle prime produttrici di smartwatch a utilizzare display a inchiostro elettronico e che si collegavano agli smartphone. I termini finanziari dell’accordo di acquisto da parte di Fitbit non sono stati ufficialmente resi noti, anche se Bloomberg aveva stimato la transazione per una cifra inferiore ai 40 milioni di dollari. Pebble ha dichiarato che la sua avventura è definitivamente finita: non produrrà e non venderà più “orologi intelligenti“.

Un mercato in forte crescita

Il settore dei prodotti wearable è cresciuto in generale del 3,1% nel terzo trimestre di quest’anno che volge al termine e – secondo un’analisi di IDC – la quota complessiva di mercato di Fitbit si aggira intorno al 23%. Fitbit ha anche recentemente dichiarato la sua intenzione di collaborare con l’azienda Medtronic Plc per mettere in condizioni i pazienti con diabete di tipo 2 di controllare i loro livelli di glucosio e i dati della propria attività fisica tramite degli speciali smartwatch. Le azioni di Fitbit – a seguito dell’acquisizione di Pebble – continuano ad aumentare in borsa: ieri mattina erano salite del 1,1% a Wall Street.

Ti raccomandiamo