google-event Fonte foto: Pixabay
TECH NEWS

Google, Andromeda sarà il sistema operativo del futuro

Ibrido tra Android e Chrome OS, sarà installato sui tablet e pc prodotti dall’azienda di Mountain View. Pronto al debutto anche Pixel 3, un tablet ultra sottile

Con un’indiscrezione lanciata sui social network da una fonte anonima è stata ufficializzata l’esistenza di Andromeda, il nuovo sistema operativo sviluppato da Google che andrà a sostituire Android e Chrome OS sui tablet e laptop prodotti dall’azienda di Mountain View.

Il tutto è stato scoperto tramite alcune immagini condivise sul web e che mostravano i riferimenti ad Andromeda presenti all’interno di Android Nougat nel file SurfaceCompositionTest.java. Da qualche mese filtravano notizie su un nuovo sistema operativo pronto al debutto, ma Google finora aveva sempre smentito e bloccato sul nascere qualsiasi voce. Andromeda sarà un ibrido tra Android e Chrome OS e si adatterà perfettamente ai laptop 2 in 1. La presentazione ufficiale potrebbe avvenire il 4 ottobre all’evento organizzato da Google per presentare i nuovi smartphone Pixel, un router Wi-Fi e la terza versione di Chromecast.

Le caratteristiche tecniche di Pixel 3

GoogleFonte foto: Web
Google

Grazie ad Andromeda Google dovrebbe essere finalmente in grado di combattere ad armi pari con Apple e Microsoft sul mercato dei tablet dedicati al mondo del lavoro. Per il terzo quadrimestre del 2017 è previsto il lancio di Pixel 3, primo laptop 2 in 1 a montare Andromeda e dalle specifiche tecniche da top di gamma. Profilo ultra sottile; schermo touch screen da 12,3 pollici con la possibilità di sfilare la tastiera e trasformarlo in tablet; processore i5; 8 o 16 GB di RAM e un SD da 32 o 128 GB. Pixel 3 dovrà sfidare sul loro stesso terreno il Surface di Microsoft e l’iPad Pro di Apple, puntando a un prezzo accessibile a tutti e a performance ottimizzate per il mondo del lavoro.

Come sarà Andromeda

Il nuovo sistema operativo Andromeda avrà un’interfaccia utente totalmente differente rispetto ai suoi predecessori, ma molto probabilmente il kernel (il “cuore” di ogni sistema operativo) sarà mutuato da Android. Da Chrome OS saranno prese solamente alcune funzionalità legate alla produttività che tanto erano piaciute agli utenti. Per il momento Android e Chrome Os non scompariranno, ma continueranno a essere tenuti in considerazione dai team di sviluppo di Google.

Ti raccomandiamo