google-mountain-view Fonte foto: Shutterstock
TECH NEWS

Google diventa green: dal 2017 sfrutterà solo energie rinnovabili

Da Mountain View fanno sapere che ogni struttura entro il prossimo anno verrà alimentata nel rispetto dell’ambiente e in futuro l’azienda produrrà la sua energia

Google prova a dare l’esempio, e non solo nelle ultime trovate tecnologiche. L’azienda, infatti, ha dichiarato che nel 2017 ogni sua struttura sarà alimentata solo con energie rinnovabili. Non male se consideriamo che in un anno il sistema Google consuma la stessa elettricità dell’intera città di San Francisco.

Google alimentata al 100% da energie rinnovabili. Ad annunciare la notizia è stata la stessa azienda californiana. Google fa sapere che già negli scorsi anni ha stretto diversi contratti con società che producono energie rinnovabili e che ora, attraverso un nuovo accordo, è pronta a essere interamente alimentata in questo modo. Con i nuovi investimenti l’azienda conta di raggiungere, entro il 2017, 2,6 gigawatt di energia solare e eolica. E attenzione, perché Google fa sapere che, oltre al rispetto per le persone e per l’ambiente, questo tipo di scelta sulle rinnovabili porterà anche un vantaggio economico per l’azienda stessa. E lo sviluppo di Google in questo settore darà vantaggi a tutti.

L’intelligenza artificiale per l’efficienza dell’energia

Per il momento Google non ha dato molte altre informazioni sulla sua scelta. Non dovrebbe produrre energia rinnovabile ma solo comprare quella necessaria per alimentare tutte le sue strutture. Per il momento Google non riesce a produrre energia ma a Mountain View stanno lavorando proprio in questo senso. L’idea finale è quella di produrre autonomamente l’energia necessaria a far andare avanti la società e vendere quella in eccesso. Per arrivare a questo Google sta lavorando sull’efficienza dei suoi sistemi tecnologici per aiutare le energie rinnovabili. Per esempio, la società fa sapere che ha notevolmente migliorato l’efficienza energetica dei suoi data center. Rispetto a cinque anni fa ora l’erogazione di corrente è 3,5 volte più controllata, e questo elimina gli sprechi. Grazie all’intelligenza artificiale Google riduce l’energia necessaria per il raffreddamento dei suoi sistemi e utilizza gli algoritmi per calcolare il raffreddamento richiesto in diverse condizioni ambientali.

Ti raccomandiamo