APP

Google lancia App Maker per creare app senza programmare

L’applicazione di Mountain View è pensata per il business e consente di sviluppare applicazioni senza conoscere i linguaggi di programmazione

Se da tempo progettate di realizzare un’app, ma non ci riuscite perché non avete le competenze necessarie, in vostro aiuto arriva l’ultima novità lanciata da Google: App Maker. Il servizio, disponibile da poche ore, permette a chiunque di programmare.

In realtà il tool è pensato principalmente per il business, visto che App Maker è stata inserita in G Suite, la piattaforma di computing cloud che Mountain View dedica al mondo del lavoro. Per molte aziende, sopratutto quelle medio-piccole, affidarsi a dei professionisti esterni rappresenta un costo poco sostenibile. In un mondo dominato dalla tecnologia le app possono, infatti, determinare il successo o il fallimento di un’impresa. App Maker si rivolge proprio a loro: in pochi passi e con estrema facilità un’azienda può creare un’applicazione, l’importante è essere iscritti a G Suite.

Come funziona

Abbiamo anticipato che la funzione principale di App Maker è rendere semplice quello che è difficile: non tutti conoscono i linguaggi in codice. Il servizio, infatti, mette a disposizione un’interfaccia molto intuitiva, che rispecchia i layout usati da Google, con cui gli utenti possono creare le proprie applicazioni. Si potrà, ad esempio, aggiungere o spostare widget.

App Maker si integra inoltre con gli altri servizi offerti da Mountain View, tra cui troviamo Google Maps, Google Docs, Google Translate, Google Calendar, Gmail, Google Drive, Google Forms, Google Sites, Google Sheet, Google Contacts e Google BigQuery. App Maker supporta anche JavaScript, HTML, CSS, e jQuery : quest’ultima funzione è dedicata agli utenti più esperti.

Un altro aspetto importante di questo servizio è dato dal fatto che i dati creati dagli sviluppatori saranno memorizzati in un computing cloud separato chiamato Google Drive Tables, e non nello storage online usato dalle altre app presenti nella Suite di Google.

 

Il video in apertura è tratto da YouTube

Alcuni video presenti in questa sezione sono stati presi da internet, quindi valutati di pubblico dominio. Se i soggetti presenti in questi video o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, basterà fare richiesta di rimozione inviando una mail a: team_video@libero.it. Provvederemo alla cancellazione del video nel minor tempo possibile.

Ti raccomandiamo