google-maps Fonte foto: Roman Pyshchyk / Shutterstock.com
APP

Google Maps introduce la funzione per trovare parcheggio

Basta girare a zonzo, basta stress e basta arrivare tardi agli appuntamenti. Una volta giunti a destinazione sono le mappe di Google trovare a dove posteggiare

20 Marzo 2017 - Trovare un parcheggio nelle grandi città congestionate dal traffico, ma anche in quelle un po’ meno caotiche, è quasi come vincere un terno al lotto. Con la nuova funziona di Google Maps diventa molto più semplice trovare parcheggio, anche nelle zone più caotiche.

La funzione è stata introdotta l’aggiornamento di Google Maps arrivata alla versione 9.49 attualmente in fase di beta test, ma anche solo sapere che anche noi in un (speriamo) prossimo futuro potremo sfruttarla è gran bella notizia. Le mappe funzionano come sempre ma – secondo quanto riferisce chi ha già avuto modo di usarle – dopo aver indicato la località da raggiungere, spunta un’icona che informa sulla tipologia di parcheggio disponibile in quell’area suddivisa in tre categorie – “easy“, “medium” e “limited” – in base alle segnalazioni in arrivo da chi si trova, in quel momento, in quella zona.

Come trovare parcheggio con Google Maps

Si va da una “P” seguita dall’indicazione “Limited” che – come lascia intuire il nome – è in assoluto la situazione più critica e suggerisce di posteggiare non proprio nella zona dei nostri “desideri”, ma un po’ più distante, per poi continuare a piedi o prendere un mezzo pubblico. Almeno, però, sappiamo come comportarci senza perdere troppo. Diametralmente opposta l’indicazione “easy” che ci fa capire che trovare un parcheggio dove siamo diretti non sarà assolutamente un problema. Tra i due estremi c’è giustamente “medium” che sembra consigliare: “tu prova pure, sicuramente un parcheggio lo troverai, ma forse ci sarà da aspettare un po’. Quando si libera un posticino, ti avverto”. Google ha riferito sul suo blog ufficiale che i primi a usufruire di quest’utilissima funzione saranno 25 città degli Stati Uniti (San Francisco, Seattle, Miami, Atlanta, Boston, Charlotte, Chicago, Detroit, Los Angeles, Minneapolis/St. Paul, New York City, Orlando, Philadelphia, Pittsburgh, San Diego, St. Louis, Tampa, Washington, DC, Cleveland, Dallas/Fort Worth, Denver, Houston, Phoenix, Portland e Sacramento), poi si spera che la funzione sia diffusa a livello globale, almeno nelle principali città del mondo.

Google-maps-parcheggio-screenFonte foto: Google
Trovare un parcheggio diventerà molto più semplice, veloce e sicuro grazie alle Google Maps

Come scoprire dove si è parcheggiato l’auto

La funzione trova-parcheggio, però, non è la sola novità della release 9.49. Google ha pensato bene anche di aggiungere la possibilità di memorizzare anche dove abbiamo parcheggiato la nostra auto. Basterà un touch su un pallino blu sulla mappa per essere guidati alle nostre quattro o, magari, due ruote. Google Maps, inoltre, permetterà anche di inserire alcune informazioni come, per esempio, il piano del parcheggio e la lettera che indica il settore, scattare una foto, oltre a segnare l’eventuale orario di scadenza del parchimetro in modo da non rischiare di pagare una multa evitabile.

Ti raccomandiamo