google-ply-store Fonte foto: Shutterstock
ANDROID

Google Play Store, grandezza aggiornamenti ridotta del 65%

Per alcune applicazioni, l’algoritmo ha compresso le dimensioni dei file del 92%. L’aggiornamento consente di risparmiare i dati della connessione Internet

Aggiornare le app dello smartphone è importante. A volte però si rischia, tra un update e l’altro, di occupare tutta la memoria disponibile. Gli aggiornamenti in alcuni casi sono, infatti, addirittura più pesanti dell’applicazione stessa. Cosa fare?

Gli ingegneri di Google per ridurre le dimensioni degli update hanno sviluppato un nuovo algoritmo che, secondo i primi test, sarebbe in grado di alleggerire i file in media del 65%. Un grosso risparmio non solo per lo storage dei device ma anche per la connessione cellulare. La nuova feature, infatti, consentirà di tagliare significativamente anche i dati necessari per aggiornare un’applicazione. Non è la prima volta che Google cerca di ridurre la grandezza degli aggiornamenti. Lo scorso luglio Mountain View aveva lanciato bsdiff, un algoritmo capace di restringere i file di aggiornamento del 47%. Ora invece ha fatto qualcosa in più.

Un grosso risparmio di dati

Proviamo a fare qualche calcolo. Con il nuovo algoritmo, che Google ha chiamato File-by-File, aggiornare Google Maps peserà soltanto 9.6 MB, vale a dire il 71% in meno rispetto alla dimensione originale dell’update di 32.7 MB. Con altre applicazioni, File-by-File è riuscito a tagliare la grandezza dei file di aggiornamento del 92%, come nel caso di Netflix. Senza questo algoritmo l’update della piattaforma sarebbe stato, infatti, di 16.2 MB, con File-by-File le dimensioni dell’aggiornamento sono, invece, solo 1.2 MB. Secondo Google, l’algoritmo consente agli utenti di salvare 6 petabyte di dati ogni giorno. Un grosso risparmio di dati, considerando che un petabyte equivale a un milione di gigabyte.

Ti raccomandiamo