SICUREZZA INFORMATICA

Come difendere smartphone e computer da virus e malware

Mettere al sicuro i propri dati personali dall’attacco di hacker e malintenzionati è possibile: l’importante è seguire delle semplici regole

Il numero degli attacchi hacker sta crescendo a dismisura: l’obiettivo è sempre lo stesso, entrare in possesso dei dati dell’utente. L’ultimo in ordine di tempo a farne le spese è stato il Dipartimento della Funzione Pubblica in Italia: un hacker ha sottratto oltre 4.500 chiavi d’accesso utilizzate dai Comuni.

Ma l’Italia non è l’unico paese nel mirino dei pirati informatici. Un mese fa un attacco DDoS ha bloccato l’accesso a Internet in gran parte degli Stati Uniti e lo stesso è successo anche in Germania. Gli hacker stanno aumentando il loro raggio d’azione e anche l’intensità delle loro azioni: oltre ai classici attacchi che cercano di installare virus e trojan all’interno dei computer degli utenti, i pirati informatici si sono specializzati in attacchi ransomware, anche conosciuto come “il malware del ricatto”. Questo virus blocca l’accesso al computer e l’hacker richiede un compenso per sbloccarlo.

Il pericolo è sempre dietro l’angolo

A farne le spese sono soprattutto le piccole e medie imprese che non hanno le capacità per proteggere i propri dispositivi: l’ultimo caso ha riguardato la metropolitana di San Francisco che ha visto hackerati oltre 2000 computer. I pirati informatici hanno chiesto un “riscatto” di 100 bitcoin, circa 73.000 dollari. Le vittime solitamente sono piccole aziende o singoli individui con poca esperienza nel settore della sicurezza informatica: gli hacker sfruttano le loro debolezze per entrare in possesso dei dati personali degli utenti e ricavarne del denaro.

Anche se sembra impossibile fermare un hacker, in realtà non è così. Bastano delle piccole accortezze per rendere la vita dei pirati informatici molto più difficile e complessa. E non è necessario essere un esperto di informatica per metterle in atto, anche un utente con poca dimestichezza con i computer potrà difendere la propria privacy online. Ecco una semplice guida per principianti per proteggere i propri dati personali dall’attacco dei cracker.

Ti raccomandiamo