ANDROID

H2, lo smartphone cinese che vede dentro gli oggetti. Foto e video

Disponibile al momento solo in Cina, il dispositivo mobile può misurare la struttura chimica di liquidi e solidi grazie a un sensore molecolare sviluppato da un’azienda di Tel Aviv

Non solo realtà virtuale e aumentata, gli smartphone si preparano a vivere una nuova rivoluzione. E questo grazie a Changhong, un’azienda cinese che ha sviluppato il primo telefonino in grado di vedere dentro gli oggetti.

Un po’ come capita in aeroporto al controllo bagagli. Lo smartphone, che la casa asiatica chiama H2, integra infatti un sensore molecolare che permette al dispositivo di leggere la composizione chimica di un qualsiasi oggetto. Come sostiene Changhong, lo smartphone può essere usato, ad esempio, per misurare la quantità di grasso nel nostro corpo, il livello di zucchero di un gelato, il principio attivo di un farmaco e molto altro ancora. Basterà infatti avvicinare l’H2 all’oggetto e il sensore effettuerà lo scanning. I dati poi saranno trasmessi sullo smartphone dove potranno essere visualizzati dagli utenti sull’apposita applicazione.

Come funziona il sensor molecolare dell’H2

(Tratto da Vimeo)

Il cuore di questo smartphone davvero innovativo è rappresentato, come visto, dal sensore molecolare. L’H2 integra una versione più piccola di SCiO, un sensore molecolare sviluppato tre anni fa da Consumer Physics, una startup israeliana. Si tratta di un dispositivo che usa le Near-Infrared Spectroscopy (NIRS) per misurare la struttura chimica degli oggetti. A differenza del gadget di Consumer Physics, il sensore è direttamente inserito nello smartphone. In questo modo lo scanning dei prodotti sarà più facile e immediato. Sarà sufficiente infatti accostare a un oggetto la parte posteriore del device cinese per leggerne l’interno.

Altre caratteristiche del H2

(Tratto da Vimeo)

Disponibile solo in Cina, l’H2 ha anche delle altre caratteristiche importanti che lo avvicinano ai nuovi top di gamma. Come l’Asus Zenfone AR, lo smartphone cinese promette di funzionare con la realtà virtuale e aumentata. È dotato su una delle due parti laterali di un pulsante che serve per aumentare la durata della batteria e pulire la memoria dalla cache. L’H2 monta poi una fotocamera posteriore da 16 megapixel, ha il sensore per le impronte digitali e ha un display Full-HD da 6 pollici. Mentre il chip-set è un octa-core con una potenza di 2GHz.

Sarà sicuro e affidabile?

Tornando al sensore molecolare di SCiO, questa tecnologia solleva numerosi dubbi. Consumer Physics sostiene che il sensore molecolare è in grado di valutare la composizione chimica di molti liquidi e solidi, tra cui figurano anche cibi e farmaci. La domanda principale che a questo punto sembra lecito farsi è: sarà affidabile? Potrà effettivamente essere usato con sicurezza? Al momento purtroppo non è possibile saperlo. Servirà infatti molto tempo.

Prezzo e data di uscita

Al momento il Changhong H2 sarà disponibile solamente in Cina: l’uscita è programmata entro la fine dell’anno a un prezzo di circa 400 euro.

Ti raccomandiamo